Imola. Con il ritorno della regione Emilia Romagna alla cosiddetta “zona arancione”, dal 13 aprile le biblioteche comunali e l’archivio storico ampliano nuovamente l’offerta dei servizi al pubblico.

I servizi saranno sempre disponibili solo su prenotazione, ma sarà possibile accedere nuovamente alle sale di studio, organizzate con posti ridotti  e distanziati.


Presso la Bim di via Emilia 80 sono previsti complessivamente 44 posti, che possono essere occupati su due turni giornalieri (8.30-13.00 e 14.15-18.45), con sanificazione dei tavoli, delle sedute e dei servizi igienici durante la pausa pranzo. I posti a sedere potranno essere prenotati direttamente al bancone del piano terra, fino ad esaurimento degli spazi disponibili.

I lettori dovranno usare obbligatoriamente la mascherina per tutto il tempo di permanenza nelle sale.

Riprenderà anche, su appuntamento dal martedì al sabato, la consultazione delle collezioni storiche e imolesi e dei fondi archivistici e documentari presso la sala archivi e rari. A questa sala saranno ammesse al massimo due persone per volta.

Proseguirà il servizio di prestito, su prenotazione. E’ sempre possibile vedere, anche da casa, quali titoli si possono prendere a prestito consultando il catalogo on line all’indirizzo https://sol.unibo.it e selezionando la biblioteca imolese di riferimento. I bibliotecari confermeranno se i documenti sono disponibili e quando è possibile venire a ritirarli.

Tramite il sito web della Bim è raggiungibile anche il form Chiedilo al bibliotecario a cui rivolgersi anche per un aiuto nelle ricerche e il form Chiedilo all’archivista.

Rimangono ancora sospesi l’accesso libero agli scaffali, la consultazione dei documenti non ammessi a prestito (ad eccezione di quelli che si consultano nella sala archivi e rari), dei giornali dell’emeroteca, il reperimento nei magazzini esterni, le postazioni e le attrezzature informatiche di accesso a internet, lo Spaziocinema e lo Spaziomusica in Bim, il gioco in ludoteca e l’accesso allo spazio prescolare presso Casa Piani. Rimangono sospesi inoltre tutti gli eventi e le attività culturali in presenza.

I Servizi bibliotecari garantiscono a tutti gli iscritti il servizio gratuito di prestito digitale EmiLib, una piattaforma attraverso la quale è possibile avere a disposizione libri e riviste protette da diritti (più di 35.000 ebook, 7.000 tra riviste e quotidiani, 700 audiolibri), oltre ad altre risorse digitali ad accesso libero selezionate dalla rete in collaborazione con i bibliotecari. Il portale EmiLib è accessibile con ogni dispositivo (tablet, pc, cellulari), è compatibile con tutti i sistemi operativi e si avvale di apposite app per la fruizione ottimale delle risorse digitali. Per accedere a Emilib occorre essere iscritti alla Biblioteca comunale di Imola e registrarsi al servizio. La registrazione è possibile anche on line grazie a procedure semplificate che sono disponibili sui sito www.bim.comune.imola.bo.it o contattando la biblioteca all’indirizzo bim@comune.imola.bo.it.