Mentre infuria il caos vaccini, tra quelli che non arrivano e quelli che vengono fermati dalle autorità sanitarie, ultimo il Johnson&Johnson annunciato in arrivo in questi giorni, diventa difficile capire se i numeri di cui si parla relativi al numero di vaccinazioni e ai tempi potranno essere mantenuti. In attesa di una schiarita, la giornata odierna segna un miglioramento su molti fronti.
L’unica nota stonata sono ancora i decessi, uno segnalato nell’Ausl di Imola, un cittadino imolese di 63 anni, 41 a livello regionale e 476 in Italia. In calo i positivi: 22 nel territorio imolese (ieri erano 24) con 228 tamponi molecolari e 153 antigenici rapidi, per un indice di positività però in crescita al 5,77% (ieri 3%). In Italia 13.477 casi con indice in calo al 4,4% (ieri 5,1%). In regione 785 positivi, indice in calo al 3% (ieri 8,9 %).

Aggiornamento Italia ore 12 del 13 aprile

A livello nazionale 476 decessi e 13.477 positivi (ieri 9.789) con 304.990 tamponi (ieri 190.635). I decessi da inizio pandemia sono 115.088, i casi complessivi 3.793.033. In calo gli attuali positivi: 519.220 (nelle 24 ore – 5.197), calano anche i ricoverati nelle terapie intensive, il saldo tra ingressi e uscite segna – 67, i nuovi ingressi però in crescita 242 (ieri 167), per un totale di 3.526. Segno meno anche per i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari Covid, – 377 per un totale di 26.952. In isolamento domiciliare ci sono 488.742 persone (- 4.753. I guariti nelle 24 ore sono 18.160 per un totale di 3.158.725.

L’Emilia Romagna registra 41 decessi (ieri 31). I positivi sono 785 (ieri 1.151), con 26.058 tamponi (ieri 12.899). I guariti sono 2.217, ancora in calo i casi attivi totali: 64.953 (- 1.473 rispetto a ieri), nelle terapie intensiva – 1, per un totale di 331, negli altri reparti Covid: 2.654 (- 100).

I positivi in Italia

La Lombardia torna ad essere la regione con più contagi in giornata: 1.975 (997), seguono Campania 1.627 (1.386), Sicilia 1.384 (1.110), Puglia 1.191 (815), Lazio 1.164 (1.057), Piemonte 1.057 (636). Tutte le altre regioni hanno segnalato meno di mille contagiati. Il Molise oggi non ha segnalato casi di positività.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Sono state 639 le vaccinazioni eseguite ieri sul territorio aziendale, per un totale di 29.569 di cui 20.373 prime dosi e 9.196 seconde dosi.

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, in visita all’hub vaccinale di Castel San Pietro Terme

I nuovi positivi registrati oggi sono 22, con 228 test molecolari e 153 antigenici rapidi refertati. 1 positivi fino ai 14 anni, 2 tra i 15 ed i 24 anni, 8 nella fascia 25-44 anni, 7 nella fascia 45-64 e 4 hanno dai 65 anni in su. 15 sono asintomatici e 7 sintomatici. 14 sono stati individuati dal tracciamento, 10 persone erano già isolate e 1 è riferibile ad un focolaio noto.

I guariti sono 25 (ieri 74). I casi attivi scendono a 657 (- 4), i casi totali sono 11.975 da inizio pandemia. 39 i ricoveri Covid nei reparti internistici – 10), 6 in ECU, 16 in terapia intensiva (+ 1) di cui 5 ad Imola, 21 i ricoveri post acuti all’OsCo Covid, 5 le persone in Covid Hotel.

Il report della settimana >>>>

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 352.908 casi di positività, 785 in più rispetto a ieri, su un totale di 26.058 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3%.

Vai al report settimanale >>>> .

Dal numero dei nuovi casi misurato ogni 5 giorni, si ricava come dagli 8.597 dell’1-5 aprile, si sia passati ai 5.413 del 6-10 aprile, 3.184 in meno (-37%).

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, le persone dai 75 anni in su e, da ieri, quelle per lafascia d’età 70-74 anni, con oltre 100mila prenotazioni solo nel primo giorno.

Un punto vaccinale in Emilia Romagna

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 1.157.315 dosi; sul totale, 350.455 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Le informazioni sulla campagna vaccinale in Emilia-Romagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 331 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 337 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 460 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 41,8 anni.

Sui 331 asintomatici, 235 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 30 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 6 con gli screening sierologici, 4 tramite i test pre-ricovero. Per 56 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 201 nuovi casi, seguita da Modena (150) e Reggio Emilia (102); poi Rimini (62), Forlì (59), Cesena (56), Ferrara(48) e Ravenna (43); quindi Piacenza (25), il Circondario Imolese (22) e, infine, Parma (17).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 13.331 tamponi molecolari, per un totale di 4.163.612. A questi si aggiungono anche 12.727 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.217in più rispetto a ieri e raggiungono quota 275.503.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 64.953 (-1.473 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 61.968 (-1.372), il 95,4% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 41 nuovi decessi: 1 in provincia di Parma (un uomo di 82 anni); 5 nella provincia di Reggio Emilia (due donne di 78 e 87 anni, e tre uomini di 55, 77 e 99 anni); 2 nella provincia di Modena (due uomini di 70 e 87 anni); 11 nella provincia di Bologna (due donne di 82 e 95 anni, e 9 uomini: uno di 63, residente a Imola, gli altri di 66, 71, 78, 82, 84, 86, 87 e 92 anni ); 3 nella provincia di Ferrara (tutti uomini di 59, 79 e 80 anni); 2 in provincia di Ravenna (due uomini di 67 e 70 anni); 5 in provincia di Forlì-Cesena (tre donne, di 85, 87 e 90 anni; due uomini di 65 e 91 anni); 11 nel riminese (4 donne, di 76, 82, 87 e 94 anni, e 7 uomini: 77, 79, 80, 81, due di 82, 83 anni). Si segnala inoltre il decesso di una donna di 65 anni diagnosticata dall’Ausl di Parma ma residente a Milano. Nessun decesso, infine, nella provincia di Piacenza.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.452.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 331 (-1 rispetto a ieri), 2.654 quelli negli altri reparti Covid (-100).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 10 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 31 a Parma (+1), 33 a Reggio Emilia (-1), 63 a Modena (-1), 85 a Bologna (-1),16 a Imola (+1), 40 a Ferrara (+1), 13 a Ravenna (-2), 8 a Forlì (invariato), 6 a Cesena (+2) e 26 a Rimini (-1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 22.250 a Piacenza (+25 rispetto a ieri, di cui 12 sintomatici), 24.745 a Parma (+17, di cui 10 sintomatici), 42.369 a Reggio Emilia (+102, di cui 69 sintomatici), 60.318 a Modena (+150, di cui 57 sintomatici), 75.930 a Bologna (+201, di cui 148 sintomatici), 11.975 casi a Imola (+22, di cui 7 sintomatici), 21.655 a Ferrara (+48, di cui 16 sintomatici), 27.705 a Ravenna (+43, di cui 18 sintomatici), 14.886 a Forlì (+59, di cui 39 sintomatici), 17.652 a Cesena (+56, di cui 42 sintomatici) e 33.423 a Rimini (+62, di cui 36 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 8 casi, di cui 6 positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare e 2 casi risultati non Covid-19.