In occasione del 25 aprile le fonti per lo studio e la conoscenza della Resistenza si arricchiscono di nuovi strumenti: l’Anpi e lo Spi-Cgil a livello nazionale hanno promosso il sito internet www.noipartigiani.it che presenta testimonianze di partigiani viventi raccolte dal Gad Lerner e Laura Gnocchi, un lavoro che prepara la futura realizzazione del “Museo della Resistenza” che prossimamente nascerà a Milano.

Anche in Emilia-Romagna c’è una novità: il sito www.parteciparelademocrazia.it offre contenuti multimediali frutto di un lavoro svolto dalla “Fondazione Duemila” di Bologna e da altre Fondazioni democratiche emiliano-romagnole in collaborazione con gli Istituti Storici della Resistenza, la Fondazione Oriani e la rete Archivi Udi dell’Emilia-Romagna, per un di progetto sulla storia del Pci in Emilia-Romagna.

Il portale rappresenta un vasto “serbatoio” di storie e di memorie, di biografie e di carte, di immagini fisse e in movimento, di indicazioni archivistiche e bibliografiche che tutte contribuiscono a dare corpo alla storia non solo della regione, ma più in generale dell’Italia repubblicana.

Vi hanno lavorato una trentina di ricercatori, archivisti, operatori culturali delle varie strutture (il sottoscritto ha collaborato a nome del Cidra di Imola) i quali hanno raccolto videointerviste, fotografie, biografie, notizie e mappe interattive con i luoghi e gli eventi significativi della storia del Partito Comunista, dai tempi della Rivoluzione Russa del 1917 alla fine del Pci nel 1991: parte notevole di tale storia riguarda dunque l’antifascismo e la Resistenza.

La sezione dedicata agli Archivi ospita i risultati del primo censimento sistematico delle fonti relative al Pci in Emilia-Romagna: sono stati individuati ben 175 archivi tra quelli delle strutture e personali, una mole enorme a disposizione di studiosi, ricercatori, politici e semplici curiosi.

Tutta la struttura del portale è organizzata in dieci settori, le nove province della regione più Imola, a conferma dell’importanza del nostro territorio nella storia del movimento operaio e progressista e della Resistenza, con i tanti archivi di partito e personali raccolti presso il Cidra, la Fondazione Politica per Imola, la Biblioteca comunale e con le numerose notizie riguardanti personaggi, luoghi, eventi del territorio comprensoriale.

Si tratta di un progetto “in progress” in quanto il Covid ha in parte rallentato il lavoro, per cui il portale verrà aggiornato man mano che saranno disponibili nuove notizie e nuovi materiali, ma già ora è una fonte importante per chi vuole studiare ed approfondire la storia dell’Emilia-Romagna.

Il progetto “Partecipare la democrazia” proseguirà nei prossimi mesi con l’inaugurazione (appena la situazione sanitaria lo permetterà) di una Mostra multimediale itinerante, pensata anche come strumento per la didattica della storia. A fine anno inoltre saranno editi i saggi prodotti dai ricercatori coinvolti nel progetto, con al centro quattro grandi temi che sono stati al centro della riflessione del Pci e sui quali il confronto pubblico continua a essere vivace anche oggi: Lavoro, Welfare, Cultura, Autonomie.

“Navigando” nel sito si trovano parecchie notizie rilevanti ed interessanti relative alla realtà locale e comprensoriale di Imola.

(Marco Pelliconi)