Questa settimana le proposte di lettura della libreria Atlantide si concentrano sulla Graphic novel, quelle storie a fumetti che hanno la struttura del romanzo. Il ricordo ci rimanda ai “vecchi” fumetti che tanti compravano e molti comprano ancora nelle edicole, ma in questo casa parliamo di storie che nascono e si concludono senza dover attendere ogni settimana una nuova uscita.

La paura in tutte le sue espressioni

Riuscire ad unire insieme Hitchcock, la guerra d’Algeria, gli attentati a Charlie Hebdo, notizie sulla prodigiosa memoria dei corvidi: Giacomo Nanni è superlativo nel dare vita ad un graphic fonte di mille spunti di riflessione… Un libro coraggioso, ambizioso, e riuscitissimo sotto tutti i punti di vista. “Tutto è vero” è anche un racconto sulla paura e sulle sue espressioni, un sentimento che ci rende molto manipolabili. (il manifesto)

Giacomo Nanni, Tutto è vero, Rizzoli Lizard

Dal set degli Uccelli di Alfred Hitchcock all’attacco alle Torri Gemelle, fino all’attentato alla sede di “Charlie Hebdo”, Giacomo Nanni tesse una rete in cui i piani temporali si intrecciano, mentre il reale e il possibile si fondono fino a diventare indistinguibili. Dopo il successo di Atto di Dio, Nanni torna con un libro coraggioso, che mette a nudo le paure più profonde dell’Occidente: la violenza irrazionale del terrorismo e la strisciante sensazione che la nostra civiltà sia arrivata al capolinea.

Le “piccole storie” di Shaun Tan

Dal premiatissimo autore Shaun Tan una riflessione sulla natura dell’uomo e degli animali, sulla convivenza urbana in un mondo come potrebbe essere…

Shaun Tan, Piccole storie dal centro, Tunué (traduttore Omar Martini)

Dal coccodrillo alla rana, dalla tigre all’ape, un’esplorazione surreale dell’amore e della distruzione perenni che sentiamo e infliggiamo – di come gli animali possono salvarci e di come le nostre vite sono intrecciate per sempre, nel bene e nel male.

La storia della Cina in un fumetto

Da biografia di una donna alla storia della Cina, tutto in questo graphic novel.

Li Kunwu, Mia madre, ADD Editore (traduttore Giovanni Zucca)

“Mia madre” racconta la storia di una donna, dall’infanzia fino all’età adulta, e lo sguardo di un figlio. Sullo sfondo della Cina immersa nel caos e nell’instabilità degli anni ’30 – tra i signori della guerra, l’invasione giapponese, le grandi potenze occidentali che ancora occupano le concessioni nelle grandi città, la lotta tra il Kuomintang nazionalista e il Partito comunista cinese, fino alla Lunga Marcia – Li Kunwu orchestra una narrazione personale. Attraverso il ritratto di sua madre, una bambina sballottata dal villaggio della famiglia materna alla casa in città del signore della guerra per cui lavora il padre, scopriamo la vita di tre generazioni, le relazioni coniugali e familiari dell’epoca, le scelte personali e sofferte di una vita affaticata dall’estrema povertà e dalle opportunità negate alle donne, limitate dalle loro stesse madri in un mondo che ancora non ne concepisce l’emancipazione. (Dalla prefazione di Giada Messetti)

Il misterioso viaggio di Earhtboi

Un libro attualissimo con disegni eccellenti, che coniuga crisi ambientale e rapporto con i social.

Lukas Jüliger, Unfollow, Edizioni Atlantide

Un ragazzo misterioso e magico, Earhtboi, antico come il mondo stesso, appare ai nostri giorni con un compito preciso: riportare l’umanità sulla giusta strada e recuperare il rapporto con la Natura, ormai sempre più vicina alla catastrofe. In breve Earthboi, oggetto di un vero e proprio culto messianico sulla rete, diventa un leader carismatico famoso in tutto il mondo. Per raggiungere il proprio scopo, il ragazzo sviluppa una app che “installa” una coscienza ecologica avanzata negli utenti che la scaricano, ma forse è già troppo tardi: è possibile infatti salvare sia l’umanità che la Terra o il punto di non ritorno è già stato raggiunto? Affascinante e visionario, dai disegni di perturbante bellezza, Unfollow è un’opera che stupisce e fa riflettere profondamente sull’incertezza e la fragilità di questi tempi.

Alla ricerca delle proprie radici

Un’opera autobiografica ispirata alla vita dell’autrice, artista cinese trapiantata a New York alla ricerca delle proprie radici.

Yao Xiao, Ogni cosa è bellissima, e io non ho paura, Atlantide (tradotto da Flavia Piccinni)

Esiste un’appartenenza geografica e culturale, ma esiste anche un’appartenenza del cuore. Yao Xiao, artista cinese trapiantata a New York, racconta di entrambe attraverso la giovane protagonista queer e immigrante di questo libro prezioso, conducendo il lettore nei labirinti della scoperta di sé verso un nuovo, e solo proprio, modo di esistere, al di là di confini geografici e di genere. Ogni cosa è bellissima, e io non ho paura è un’opera autobiografica splendente e coraggiosa sulla personale ricerca di una appartenenza più vera e profonda, e di un amore che superi le barriere della paura di affidarsi e rivelarsi davvero.

L’incontro delle rette parallele

Una coinvolgente storia d’amore capace di andare oltre i confini del tempo, di abbattere le barriere.

Jordi Lafebre, Nonostante tutto, Bao (tradotto da Francesco Savino)

La vita va in una direzione precisa. Dalla A alla Z, dal principio alla fine. Questa storia invece va al contrario, dalla Z di Zeno, libraio, sognatore, eterno studente, alla A di Ana, sessantenne che ha fatto il sindaco del suo paese per una vita, e ora è pronta a cominciare a vivere davvero. Li incontriamo a inizio della storia che si ritrovano, dopo anni, emozionati come ragazzini. Li ritroviamo, alla fine del libro, che si incontrano per la prima volta, perché in questo libro di Jordi Lafebre i capitoli sono numerati da 20 a 1, e la storia d’amore di Ana e Zeno è raccontata in ordine inverso, ma se gli anni diminuiscono, man mano che la lettura procede le emozioni aumentano.

Pavese in Graphic novel

L’adattamento a fumetti del classico di Cesare Pavese, uno dei punti di riferimento della narrativa italiana del ‘900.

Marino Magliani, Marco D’Aponte. La luna e i falò da Cesare Pavese, Tunué

La narrazione di un’Italia popolare, del ritorno e della ricerca di sé stessi. Anguilla all’indomani della Liberazione torna al suo paese nelle Langhe dopo molti anni trascorsi in America e, in compagnia dell’amico Nuto, ripercorre i luoghi dell’infanzia e dell’adolescenza in un viaggio nel tempo alla ricerca di antiche e sofferte radici. Si comprende quanto sia importante per ognuno avere un paese, una famiglia, un punto di riferimento che leghi alla vita; di questo Anguilla si rende conto quando, lontano dalla sua valle, viene richiamato alla sua patria non da un amico o dalla patria stessa, bensì da quel senso di appartenenza al suo paese che lui si porta dentro insieme a tanta nostalgia.

“Invisibile”, un Graphic novel per ragazzi

Dopo Anna dai capelli rossi, il suo debutto nel mondo della letteratura per ragazzi, Brenna Thummler ritorna con questo fumetto incantato.

Brenna Thummler, Invisibile, Il Castoro editore

Per Marjorie avere tredici anni non è affatto semplice. Mentre cerca di sopravvivere alla scuola media, deve anche gestire la lavanderia di famiglia. Tra clienti difficili, compagni di classe insopportabili e terribili lezioni di nuoto, Marjorie si sente quasi invisibile. Wendell invece è decisamente invisibile. Dopotutto, è un fantasma. Quando fugge dal Regno dei Fantasmi e si imbatte nella lavanderia di Marjorie, i suoi tentativi di divertirsi e fare amicizia con la giovane proprietaria portano solo guai. Tra equivoci, rabbia, tristezza e solidarietà, ognuno troverà il proprio posto nel mondo.