Imola. Martina Carraro, nuotatrice Fiamme Azzurre; Fabio Scozzoli, nuotatore Esercito; Alessia Polieri, nuotatrice Fiamme Gialle; Andrea Minganti, tatuatore; Giorgia Pistocchi, tecnica della prevenzione; Nunzia Coppola, commessa; Max Marchi, personal trainer; Giovanna Gemma, modella; Matteo Marchi, fotografo: cosa hanno in comune fra loro, oltre ad essere seguiti ognuno da migliaia di fans su Instagram?

Di sicuro hanno l’amore per la Rocca sforzesca. Proprio per questo motivo si sono resi disponibili ad essere testimonial della campagna sui social, in particolare Instagram, dove ciascuno di loro può contare su migliaia e migliaia di followers, per promuovere il crowdfunding (raccolta fondi) per la luminaria con le parole di Senna “tutti la stessa aria”.


In pratica, Martina Carraro, Fabio Scozzoli, Alessia Polieri, Andrea Minganti, Giorgia Pistocchi, Nunzia Coppola, Max Marchi, Giovanna Gemma, Matteo Marchi, tra le altre cose,  posteranno nelle loro stories lo “swipe up” del crowdfunding. Lo “swipe up” consente, scorrendo verso l’alto,  di aprire direttamente la pagina

https://www.charitystars.com/project/la-rocca-per-i-giovani per effettuare la donazione.

Il crowdfunding per contribuire a riqualificare la Rocca – Ricordiamo che a differenza delle altre 21 luminarie che compongono le due frasi di Senna che dal Gran Premio di F. 1 dell’1 novembre 2020 illuminano il centro storico di Imola, la frase “tutti la stessa aria” è destinata al crowdfunding, con una donazione minima di 10 euro e scadenza il 10 maggio. Il ricavato di questa raccolta servirà, infatti, per la riqualificazione della Rocca Sforzesca. Una volta terminata l’emergenza pandemica sarà molto importante far rivivere le eccellenze del territorio e avvicinare anche i più giovani alla storia e cultura.

“Il progetto di riqualificazione e restauro della Rocca sforzesca è molto articolato e costoso. In questo caso, abbiamo individuato una parte specifica a cui destinare il ricavato dalla raccolta fondi con la luminaria di Senna: si tratta dei camminamenti della Rocca, un ambiente molto suggestivo, spesso al centro dei filmati e dei video che hanno per scenario il monumento imolese” spiega Giacomo Gambi, assessore alla Cultura che anima il coinvolgimento dei testimonial di Instagram, insieme ad Antonio Ussia, consigliere comunale delegato alla promozione delle attività ed eventi rivolti ai giovani.

“Quello che confidiamo di raccogliere è un contributo parziale, sappiamo che non è pensabile riuscire ad ottenere i 250mila euro che servono per l’intervento complessivo di sistemazione dei camminamenti, ma proviamo a dar via alla raccolta fondi che vedrà protagoniste nei prossimi mesi anche le imprese con incontri a loro rivolti per approfondire lo strumento dell’art-bonus” sottolinea l’assessore Gambi, che aggiunge: “voglio rivolgere un ringraziamento particolare a If – Imola Faenza Tourism Company per la collaborazione, alla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola per il supporto e alla Fondazione Ayrton Senna per il patrocinio”.

Dopo avere coinvolto la giunta, sarà la volta di proporre l’adesione alla campagna di crowdfunding anche ai consiglieri comunali, alle associazioni economiche, culturali, sportive.

 A tutto Instagram – Poi ci sono i social, in particolare Instagram, sul quale Gambi e Ussia puntano molto per far conoscere la campagna di crowdfunding e invitare ad aderire, partendo dal coinvolgimento di Martina Carraro, Fabio Scozzoli, Alessia Polieri, Andrea Minganti, Giorgia Pistocchi, Nunzia Coppola, Max Marchi, Giovanna Gemma, Matteo Marchi.

“E’ molto utile l’utilizzo dei social per diffondere questa importante iniziativa sociale per sostenere la riqualificazione della Rocca sforzesca. Ringrazio tutte le persone che si sono rese disponibili nel divulgare questa raccolta fondi sui loro canali social Abbiamo cominciato con questi primi testimonial che si sono resi immediatamente disponibili, ma rivolgiamo l’invito ad aderire a tutti coloro che vogliono farlo, avendo a cuore la Rocca sforzesca, che è un patrimonio di tutti gli imolesi e di coloro che vivono la nostra città”, sottolinea il consigliere delegato Ussia.

Terminato  il crowdfunding, per simboleggiare questo progetto, la luminaria verrà esposta all’autodromo di Imola, dove rimarrà per rendere omaggio al mito di Ayrton Senna. Inoltre, il nome di ciascun donatore (o le sue iniziali, se preferisce restare anonimo) che contribuirà a sostenere il progetto tramite il crowdfunding sarà trascritto su una targa celebrativa che sarà esposta sempre all’autodromo.

Come si diceva, per partecipare al crowdfunding c’è tempo fino al 10 maggio, con una donazione minima di 10 euro. Si accede al link:  https://www.charitystars.com/project/la-rocca-per-i-giovani