Verona. Una panchina rossa per ricordare Ilenia Fabbri, vittima di femminicidio lo scorso 6 febbraio a Faenza: questo è il frutto della nobile iniziativa della scuola media “Anna Frank” di Lugagnano di Sona (provincia di Verona), che ha inaugurato recentemente l’installazione volta a commemorare le vittime di femminicidio.

“Sull’esempio del ‘Giardino di Ilenia’ sostenuto dall’amministrazione manfreda, il Collegio docenti e il Consiglio d’istituto dell’Istituto di Lugagnano di Sona ha votato all’unanimità per posizionare la panchina all’interno dell’area scolastica. Non ci sono parole per descrivere l’efferato crimine che per l’ennesima volta ha colpito una donna forte, coraggiosa e solare. La scuola è il luogo che tutti, prima o poi, attraversano, un varco obbligato per i ragazzi, uomini e donne del futuro. La nostra speranza è che questo ‘seme rosso’ possa germinare nelle loro menti con l’idea che possa lasciare un segno indelebile affinché l’ignoranza e la brutalità non prendano più il sopravvento”, hanno fatto sapere dalla scuola veneta.


In collegamento da Palazzo Manfredi, alla cerimonia, erano presenti in streaming l’assessora alle Pari opportunità, Milena Barzaglia, e il presidente del Consiglio comunale, Niccolò Bosi.

(Annalaura Matatia)