Dozza (BO). Dopo lo slittamento del 2020 causa pandemia, Fantastika, la biennale d’arte dedicata a tutto il mondo del fantastico, con una particolare attenzione al genere fantasy, ritorna con il suo bagaglio culturale e creativo in una “Virtual edition” nella quale questa volta sarà il drago a entrare nelle case degli spettatori. Il suo risveglio rituale è stato solo rimandato, ma il cuore di Fyrstan batte più forte che mai e scandisce l’inizio di una nuova “Fantastika” avventura.

Questa quinta edizione della biennale d’illustrazione di Dozza si chiamerà Fantastika “Cuore di Drago” e andrà in onda in diretta il 22 e 23 maggio su numerosissimi canali del web.


Sarà possibile assistere gratuitamente ad incontri on-line con vari artisti, editori, illustratori e autori fin dalle 10 del mattino. “Draghi, eroi e magia: che fine ha fatto il fantasy?”: risponderanno a questa domanda il direttore di Lucca Comics & Games Emanuele Vietina, l’artista e autore Paolo Barbieri, passando per la scrittrice Licia Troisi fino al noto Roberto Recchioni e all’autore di giochi Francesco Nepitello. Questi sono solo alcuni degli ospiti che sarà possibile seguire nelle varie piattaforme social dedicate alla Biennale d’illustrazione di Dozza. Oltre a questo, durante la settimana quattro scultori del legno del Simposio del Trentino saranno a Dozza per scolpire altrettante statue sul tema Fantasy. Queste statue verranno collocate nel parco di Dozza, andando a costituire nel tempo un percorso tematico sui draghi, con statue di dimensione reale e quindi del tutto particolari.

“La pandemia purtroppo ha fatto slittare l’edizione fisica del 2020, ma proprio per non lasciare soli i tanti seguaci del drago – commenta il direttore artistico dell’evento Ivan Cavini – si è deciso di realizzare un evento digitale totalmente gratuito. Sarà una nuova avventura che ha dato modo di sperimentare nuove formule, inserendo alcune novità che caratterizzeranno anche le future edizioni e che cambieranno per sempre il nostro approccio al genere fantasy, come gli scultori del Simposio del Trentino che realizzeranno alcune opere su legno ispirate ai grandi draghi del folklore, del cinema e della letteratura, ma anche la mostra delle tavole del fumettista di casa Bonelli Michele Rubini che rimarranno esposte nella sala delle armi della rocca per molte settimane, in modo da renderla fruibile a un pubblico contingentato e distanziato. FantastikA è ancora un contenitore carico di arte e creatività perché oggi più che mai c’è bisogno di un piccolo ritorno alla normalità per volare oltre le pareti di casa… almeno con la fantasia!”.

“Esprimiamo grande soddisfazione – commenta il sindaco di Dozza Luca Albertazzi – per essere riusciti ad organizzare FantastiKa quest’anno riuscendo così a recuperare la mancata edizione 2020. Questo è stato possibile grazie al contributo economico della Città Metropolitana, che non era così scontato e grazie all’intenso lavoro e al massiccio coordinamento di tutti coloro che collaborano all’organizzazione dell’evento. Malgrado la situazione emergenziale in cui ci troviamo e nel rispetto di tutte le limitazioni in essere, tutto questo ci ha portato a realizzare un evento destinato a produrre degli effetti rilevanti. L’edizione 2021 sarà in gran parte on-line, un’edizione quindi atipica, ma fondamentale dal punto di vista della promozione. Infatti tutti i materiali che verranno prodotti – conferenze, incontri ecc. – on line porteranno il nome di Dozza in giro per il mondo, presso gli amanti del settore fantasy ma non solo. Nelle edizioni precedenti, effettuate in presenza, c’era un beneficio diretto per l’economia del territorio, con questa tipologia di evento invece si raggiunge un numero molto più ampio di persone, che conosceranno Dozza e potranno in futuro recarsi a visitarla. Voglio esprimere un sentito ringraziamento – prosegue il Sindaco – a tutti i collaboratori all’organizzazione, alla Fondazione Dozza città d’arte e a Ivan Cavini che dà un contributo fondamentale mettendo a disposizione conoscenze e contatti. Mi fa molto piacere che in questa edizione venga valorizzato l’accordo di amicizia con il Comune di Castello Tesino (Trento), attraverso la presenza a Dozza di artisti del legno del simposio tesino. Il percorso che verrà realizzato con le loro opere, per la sua particolarità, andrà ad essere un’ulteriore attrattiva per il nostro paese. Un particolare ringraziamento quindi al Comune di Castel Tesino e all’Ente simposio del legno. Tutto ciò è stato possibile grazie alle relazioni che abbiamo attivato in questi anni e che portano a risultati di valore come questo”.

FantastikA, nata nel 2014, è stata un’idea ed una scommessa vincente – commenta Simonetta Mingazzini, Presidente Fondazione Dozza Città d’Arte – subito accolta sia dall’Amministrazione comunale che dalla Fondazione Dozza Città d’Arte. Nelle varie edizioni ha portato a Dozza migliaia di visitatori alimentando interesse e passione per un genere, il fantastico, che si inserisce perfettamente nel contesto della Rocca e del Borgo di Dozza, un contesto che molti definiscono ‘senza spazio e senza tempo’. La virtual edition che si svolgerà dal 17 al 23 maggio prossimi, compatibile con la situazione attuale, sarà un appuntamento essenziale, con interessanti novità, per mantenere vivo e vivace questo filone artistico oramai consolidato e caratteristico. Il programma sarà disponibile a breve sul sito www.fondazionedozza.it“.