Domenica 2 maggio l’Imola Triathlon torna sui campi gara dopo un lungo periodo di stop, grazie ad Andrea Negrini che ha partecipato al Triathlon Olimpico Porto Recanati.

Andrea Negrini nella frazione ciclistica

Erano 230 gli atleti al via che si sono misurati nella distanza del triathlon olimpico no-draft, ormai diventato obbligatorio per il protocollo anti-Codiv, con partenza scaglionata di 3 atleti ogni 10” per affrontare 1500m di nuoto in mare, 40km di bici senza scia e 10km di corsa.

Andrea Negrini è stato autore di un’ottima prova, che lo ha classificato al 29° posto assoluto e 6° di categoria S2 in 2h08’00. Risultato ottenuto grazie ad un’ottima prova nella frazione ciclistica (percorsi ad una media di 40km/h) e ad una solida frazione di corsa, correndo i 10km in 38’14”.
La squadra imolese in questo periodo di incertezza globale non è stata di certo con le mani in mano. Sono state organizzate diverse “challenge a distanza” tra i vari atleti per tutto il periodo invernale, mantenendo così alto l’umore e la voglia di confrontarsi, alla quale hanno partecipato più di 30 atleti per oltre di 6 settimane di sfide.

Inoltre, grazie alla grande energia del presidente Paolo Gaddoni, è ripartita la macchina organizzativa per la gara di Duathlon all’autodromo di Imola, che si disputerà a fine stagione, il 31 ottobre.