Imola. Il teatro Stignani riapre e lo fa con un regalo ai più giovani. I produttori di “Mistero Buffo” e il protagonista Matthias Martelli, che riallestirà lo spettacolo a Imola, per la regia di Eugenio Allegri, hanno infatti accettato la nostra richiesta di aprire la prova generale prevista per il 18 maggio alle 18 ai giovani under 20, a ingresso gratuito”, fa sapere l’assessore alla Cultura Giacomo Gambi, anche a nome del direttore del teatro, Luca Rebeggiani.

L’attore protagonista di “Mistero Buffo” Matthias Martelli

Come annunciato nei giorni scorsi, il teatro comunale “Ebe Stignani” riapre il sipario con la messa in scena, dal 19 al 27 maggio prossimi, di Mistero Buffo di Dario Fo e Franca Rame, con Matthias Martelli, per la regia di Eugenio Allegri. Questo titolo viene proposto agli spettatori in sostituzione dello spettacolo Che disastro di Peter Pan, che è stato annullato.

Il miglioramento della situazione sanitaria consente, finalmente, di riprendere le attività del teatro comunale e di andare a recuperare gli spettacoli sospesi a causa della pandemia. Naturalmente il tutto nel pieno rispetto delle misure per il distanziamento sociale, che applicate al teatro ne dimezzano la capienza, passando dai 468 posti normalmente utilizzabili a 234 posti.

Questo significa che moltissime sedute della sala non potranno essere utilizzate, pertanto sono state aumentate le recite, che passano dalle 6 di una stagione normale alle attuali 11, di cui 10 riservate agli abbonati ed 1 per la vendita dei biglietti fuori abbonamento. A queste recite, ora si aggiunge la possibilità per gli under 20 di assistere gratuitamente alla prova generale.

Come accedere alla prova generale aperta al pubblico under 20 – La prova generale, che sarà aperta al pubblico under 20, si svolgerà martedì 18 maggio, alle 18 (atto unico di 90 minuti). L’apertura delle porte avverrà alle 17. Per accedere ai 234 posti disponibili è obbligatoria la prenotazione telefonica al numero 0542 – 602610, dal lunedì al venerdì dalle ore 13 alle ore 15,30, fino ad esaurimento dei posti disponibili per emergenza Covid. Si possono prenotare al massimo due posti a testa.

Il ritiro del biglietto di ingresso dovrà avvenire alla biglietteria del teatro (via Verdi n. 1/3) nei seguenti giorni ed orari: sabato 15 maggio dalle ore 16 alle ore 19; lunedì 17 maggio dalle ore 13 alle ore 17; martedì 18 maggio dalle ore 10 alle ore 17. Qualora possibile, per evitare assembramenti si consiglia di delegare una persona sola al ritiro di più biglietti.

Gambi: “Incentiviamo i giovani a scoprire la cultura dal vivo” – “Dopo tanti mesi di chiusura dei teatri a causa del Covid, abbiamo pensato che fosse giusto riservare ai più giovani il primo spettacolo alla presenza di pubblico. Incentiviamo i giovani a scoprire la cultura dal vivo con uno spettacolo che ha come protagonista un giovane attore emergente e con un testo che, a distanza di 50 anni dalla prima messa in scena, ancora sollecita il dibattito, apre uno spazio di confronto, magari tra i ragazzi nei propri gruppi di amici o in classe” sottolinea l’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi.

“Aprire il sipario ad una platea di soli giovani under 20 sarà un’emozione anche per l’attore, che si è infatti detto entusiasta della nostra iniziativa – conclude Gambi -. Nell’occasione dello spettacolo, ricorderemo alle ragazze e ai ragazzi, molti dei quali potrebbero entrare per la prima volta nel nostro teatro, che l’abbonamento alla stagione di prosa per gli under 20 ha un costo ridotto a 70 euro per 8 spettacoli. Un importo che auspichiamo possa essere accessibile al maggior numero possibile di famiglie, un’opportunità unica per accrescere, al di fuori della scuola, la propria cultura personale”.