Il monitoraggio settimanale ci consegna “una incidenza è in lenta diminuzione ma ancora elevata per consentire sull’intero territorio nazionale una gestione basata sul contenimento ovvero sull’identificazione dei casi e sul tracciamento dei loro contatti – si legge nel comunicato della Cabina di regia -. Di conseguenza, è necessario continuare a ridurre il numero di casi anche attraverso le misure di mitigazione volte a ridurre la possibilità di aggregazione interpersonale e proseguire la campagna vaccinale per raggiungere rapidamente elevate coperture nella popolazione”.

La pressione sui servizi ospedalieri è in diminuzione sebbene rimanga ancora oltre la soglia critica in alcune Regioni.

Si osserva per la seconda settimana consecutiva un lieve aumento della stima dell’indice di trasmissibilità Rt medio calcolato sui casi sintomatici (si attesta a 0,89), che tuttavia rimane al di sotto della soglia epidemica, tanto che non vi sono più regioni in zona rossa, mentre solo Valle d’Aosta, Sardegna e Sicilia restano in arancione.

“La ormai prevalente circolazione in Italia della variante B.1.1.7 (nota come variante inglese) e la presenza di altre varianti che possono eludere parzialmente la risposta immunitaria, richiede di continuare a mantenere particolare cautela e gradualità nella gestione dell’epidemia”.

Sul fronte dei numeri, altra giornata sostanzialmente stabile, pochi i cambiamenti. Nelle ultime 24 ore in Emilia Romagna i casi sono stati 871 con un indice di positività al 2,9% (ieri 2,7%), 16 i decessi (nessuno solo nella provincia di Ferrara). Nel territorio dell’Ausl di Imola altra giornata senza decessi, 9 casi (ieri 26) con 266 test molecolari e 93 antigenici rapidi refertati, per un indice al 2,5% (ieri 3,2%). In Italia 207 decessi, 10.554 nuovi casi, indice di positività ancora in calo al 3,2% (ieri 3,6%).

FAQ sulle misure adottate zona per zona (aggiornate in tempo reale) >>>> 

Aggiornamento Italia ore 12 del 7 maggio (dati del 6 maggio)

Diminuiscono anche oggi i ricoverati nelle terapie intensive, il saldo tra ingressi e uscite oggi segna – 55, i nuovi ingressi sono 109 (ieri 127), per un totale di 2.253. I decessi sono 207 (ieri 258) e 10.554 positivi (ieri 11.807) con 328.612 tamponi (ieri 324.640). I morti da inizio pandemia sono 122.470, i casi complessivi sono 4.092.747. Scendono sotto quota 400 mila gli attuali positivi: 397.564 (nelle 24 ore – 5.238), calano i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari Covid, – 536, per un totale di 16.331. In isolamento domiciliare ci sono 378.980 persone (ieri 383.627). I guariti nelle 24 ore sono 15.580 per un totale di 3.572.713.

L’Emilia Romagna registra 16 decessi (ieri 19). I positivi sono 871 (ieri 824), con 29.543 tamponi (ieri 30.249). I guariti sono 729, ma ancora in crescita i casi attivi totali: 39.636 (+ 126 rispetto a ieri), scendono sotto quota 200 i ricoverati nelle terapie intensive, precisamente 195 persone (- 9), i ricoverati negli altri reparti Covid sono 1.416 (- 50).

I positivi in Italia

Restano tre le regioni con oltre 1000 contagi in giornata: Lombardia 1.759 (2.151), Campania 1.382 (1.503), Lazio 1.063 (1.007). Nessuna regione con zero casi di positività.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Superate le 1100 vaccinazioni nella giornata di ieri: per la precisione l’Ausl di Imola ha raggiunto quota 1142, per un totale di 49.137 da avvio campagna, di cui 31.939 prime dosi e 17.198 seconde dosi.

Sono 9 i nuovi positivi (ieri 26), su 266 test molecolari e 93 antigenici rapidi refertati. 2 soggetti positivi hanno una età fino ai 14 anni, 1 tra i 15 e i 24 anni, 3 è tra i 25 ed i 44 anni, 3 sono nella fascia di età 45-64. 7 gli asintomatici, individuati tutti tramite tracciamento, 2 erano già in quarantena e nessuno è riferibile ad un focolaio noto. Anche oggi nessun decesso. I guariti sono 10 (ieri 44).

I casi attivi sono 335 (ieri 336), 12.390 i casi totali da inizio pandemia.

3 i pazienti Covid nei reparti internistici, 4 in ECU, 8 in terapia intensiva (4 ad Imola) e 2 all’OsCo Covid (- 2).

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 374.498 casi di positività, 871 in più rispetto a ieri, su un totale di 29.543 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 2,9%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dai 65 anni in su, mentre da ieri sono aperte le prenotazioni anche per i 60-64enni, con le somministrazioni già iniziate.

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Tutte le informazioni sulla campagna vaccinale>>>>

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 1.855.192 dosi; sul totale, 629.319 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 331 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 293 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 471 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 38,3 anni.

Sui 331 asintomatici, 245 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 38 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 4 con gli screening sierologici, 9 tramite i test pre-ricovero. Per 35 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 197 nuovi casi e Modena (174); poi Parma (109) e Reggio Emilia (103), quindi Forlì (69), Ravenna (58), Rimini (49) e Ferrara (45). Seguono Cesena, con 36 nuovi casi, Piacenza (22) e infine il Circondario Imolese (9).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 15.537 tamponi molecolari, per un totale di 4.503.688. A questi si aggiungono anche 14.006 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 729 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 321.870.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 39.636 (+126 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 38.025 (+185), il 95,9% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 16 nuovi decessi: 2 a Piacenza (entrambe donne, di 83 e 92 anni), 1 a Parma (un uomo di 73 anni); 4 nella provincia di Reggio Emilia (2 donne, di 70 e 74 anni, e 2 uomini, di 62 e 64 anni); 1 a Modena (un uomo di 76 anni); 2 a Bologna (una donna di 59 anni e un uomo di 90); 1 a Ravenna (una donna di 87 anni); 4 in provincia di Forlì-Cesena (2 donne, di 91 e 94 anni, e 2 uomini, di 71 e 72 anni); 1 a Rimini (una donna di 91 anni). Nessun decesso nella provincia di Ferrara.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.992.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 195 (-9 rispetto a ieri), 1.416 quelli negli altri reparti Covid (-50).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 10 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 14 a Parma (-1), 23 a Reggio Emilia (-1), 29 a Modena (+1), 55 a Bologna (-5), 8 a Imola (numero invariato rispetto a ieri), 19 a Ferrara (-1), 13 a Ravenna (invariato), 5 a Forlì (-1), 5 a Cesena (invariato) e 14 a Rimini (-2).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 23.183 a Piacenza (+22 rispetto a ieri, di cui 11 sintomatici), 26.756 a Parma (+109, di cui 52 sintomatici), 45.469 a Reggio Emilia (+103, di cui 69 sintomatici), 63.800 a Modena (+174, di cui 120 sintomatici), 80.006 a Bologna (+197, di cui 143 sintomatici), 12.390 casi a Imola (+9, di cui 2 sintomatici), 22.794 a Ferrara (+45, di cui 9 sintomatici), 29.639 a Ravenna (+58, di cui 31 sintomatici), 16.324 a Forlì (+69, di cui 47 sintomatici), 18.863 a Cesena (+36, di cui 31 sintomatici) e 35.274 a Rimini (+49, di cui 25 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 5 casi, positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare.