Imola. Giovedì 6 maggio è stata approvata in consiglio comunale, con i voti del Pd, Imola Corre, Imola Coraggiosa, Lista Cappello e Movimento 5 stelle (astenuti Lega e Forza Italia) la mozione della consigliera del Pd Anna Pia De Veredicis a favore delle società ed associazioni sportive imolesi. La richiesta fatta all’Amministrazione è quella di trovare contributi concreti per questi enti, di fornire supporto per la ripresa degli eventi sportivi quali “Sport al Centro” e “Festa dello Sport”, di concedere e attrezzare aree verdi gratuitamente per praticare le lezioni e gli allenamenti all’aperto e, infine, di aderire come Comune alla “Carta dei Diritti delle Donne nello Sport”.
“A dicembre l’Asp ha espletato una gara in tutti i Comuni del Circondario per l’assegnazione dei voucher regionali rivolti alle famiglie per il sostegno dello sport giovanile ed, inoltre, a febbraio con le risorse rimaste è stato creato un altro bando per coprire i costi sostenuti fino a quel momento – dichiara la consigliera De Veredicis – Un aiuto concreto che, sommato agli investimenti sull’impiantistica sportiva, segna la direzione nella quale proseguire. Tra le mie proposte, infatti, chiedo che ci si impegni a trovare le risorse per fare un’ulteriore tranche di distribuzione di risorse economiche o risorse materiali, oltre quindi a quella che era già stata fatta negli ultimi mesi del 2020 fino ad arrivare a febbraio di quest’anno, per poter supportare tutto l’impegno messo dalle società ed associazioni sportive durante la prima metà del 2021”.

Una delle ultime edizioni di “Sport al Centro”

“Inoltre, ho emendato la mia mozione per supportare ulteriormente chi ha ripreso la propria attività fisica e motoria, chiedendo all’amministrazione di concedere l’uso in forma gratuita alle società ed associazioni sportive delle aree verdi attrezzate, per poter permettere lo svolgimento delle attività in piena conformità alle normative vigenti per la prevenzione da Covid-19. – prosegue la dem –. Infine, l’ultimo passaggio della mozione è quello che riguarda la ‘Carta dei Diritti delle Donne nello Sport’, promossa dalla Uisp e che ha come obiettivo principale quello di promuovere e incentivare azioni a favore delle pari opportunità tra uomini e donne nello sport. Di fatto ho chiesto di superare tutte quelle barriere e quegli stereotipi che limitano la diffusione della pratica sportiva femminile, riconoscendo il diritto a tutte le donne di praticare qualsiasi disciplina, superando linguaggi e comportamenti sessisti che da molti decenni denigrano la figura femminile negli eventi sportivi di tutto il mondo. Ho chiesto appunto al Comune di impegnarsi a diffonderne i contenuti tramite l’organizzazione di eventi dedicati a questo scopo e di allargarne la conoscenza alle scuole di ogni ordine e grado”.