Bologna. La prenotazione per la vaccinazione dal proprio medico di famiglia per i cittadini tra i 50 e i 54 anni verrà fatta tramite il portale regionale. Solo successivamente saranno chiamati dal medico di medicina generale. Allo stesso link potranno prenotarsi i caregiver e/o conviventi aventi diritto.

Da giovedì 13 maggio, i cittadini nati dal 1967 al 1971 compresi – nel Circondario 10.800 persone circa di cui oltre 2.000 già vaccinate almeno con prima dose per motivazioni professionali o di rischio – potranno compilare il modulo regionale al link http://salute.regione.emilia-romagna.it/candidature-vaccinazione, selezionare la classe 50-54 anni e compilarlo con i propri dati anagrafici e recapiti. Chi è in possesso delle credenziali Spid, accedendo alla piattaforma attraverso queste troverà i campi già ampiamente pre-compilati velocizzando la propria iscrizione.

Ogni medico di medicina generale riceverà i nominativi dei propri assistiti che si sono candidati, potendo così programmare in autonomia ed in accordo con l’Azienda Usl che consegnerà loro i vaccini, gli appuntamenti.

Gli assistiti sono pertanto invitati a non chiamare telefonicamente i medici di famiglia, ma ad effettuare questa iscrizione sul sito ed attendere di essere contattati per l’appuntamento. Ogni medico di famiglia del territorio dovrà vaccinare da un minimo di 50 ad un massimo di 200 assistiti e si può ben capire che non sarebbe possibile ricevere tante telefonate dovendo peraltro continuare nell’attività quotidiana di ambulatorio. Non oltre la prima settimana di giugno avrà inizio la vaccinazione di questa fascia d’età.

Allo stesso link regionale, selezionando in questo caso la categoria “caregiver e famigliari di soggetti disabili non autosufficienti” possono iscriversi i caregiver conviventi di disabili gravi certificati art. 3 comma 3 L.104/92 o di pazienti estremamente vulnerabili che per patologia o terapie in corso sono severamente immunodepressi. In questo caso sarà l’Azienda Usl di Imola che contatterà direttamente gli iscritti al form on line per l’appuntamento vaccinale, dopo aver verificato la sussistenza dei requisiti delle persone assistite, che dovranno essere segnalate con l’immissione del codice fiscale.

Informazioni di maggior dettaglio nel sito istituzionale dell’Ausl di Imola.