Imola. Il rinvio al prossimo anno della tradizionale 100 km del Passatore causa il protrarsi dell’emergenza sanitaria, ha aperto la strada a un rapporto, non nuovo in effetti, tra Faenza e l’autodromo Dino ed Enzo Ferrari di Imola. Sabato 22 maggio 2021 si disputerà il Campionato italiano 100 km su strada sull’inedito percorso all’interno della pista imolese. Un’edizione speciale per onorare al meglio delle possibilità lo spirito che da sempre anima la Firenze-Faenza e non far mancare ai podisti la possibilità di vivere questa esaltante esperienza, sportiva e umana.

Un’immagine della 100 km del Passatore

Ma non è una prima volta, infatti in passato diverse le manifestazioni espositive e sportive che hanno unito Faenza e Imola che si dispiegano sulla via Emilia e che condividono, tra l’altro, l’appartenenza allo stesso consorzio di promo-commercializzazione turistica “IF” proprio per una serie di affinità e di strategie comuni per la valorizzazione delle eccellenze del territorio. Così se, a causa dell’emergenza sanitaria, il circuito di Imola ospiterà il 22 maggio la ‘Special edition’ del Campionato 100 Km su strada, non è la prima volta che l’autodromo ospita eventi di matrice faentina.

Uno dei legami forti tra Faenza ed Imola è dato, ad esempio dal matrimonio tra l’autodromo e Giancarlo Minardi, attualmente presidente di Formula Imola. Da ricordare poi che dal 2016, l’autodromo imolese ospita il Minardi Day, un tuffo nel passato della storica scuderia faentina che ha lanciato tantissimi piloti di caratura internazionale, ottenendo poi grandi risultati. Durante il Minardi Day, ogni anno a Imola si possono rivedere in pista i colori del Minardi Team e auto uniche del Circus come le monoposto di F1, F2 e F3 che hanno battagliato lungo il tracciato.

Lo scorso anno poi Imola e Faenza sono state unite dal Campionato mondiale di ciclismo su strada. Se la sede ufficiale è stato proprio il circuito che si snoda al fiano del Senio, la tappa più impegnativa e che ha fatto la differenza è stata proprio tra le colline dei comuni dell’Unione della Romagna faentina. Una tappa che ha regalato un punto di vista incredibile con le colline attraversate dai corridori e le migliaia di tifosi che si sono assiepati per vedere passare i loro beniamini. Un percorso diventato oggi meta di migliaia di appassionati delle due ruote che vogliono ripercorrere il tracciato sul quale si sono misurati i grandi del ciclismo internazionale, diventando una delle zone di grande attrazione per il turismo legato alla bicicletta.

Quest’anno infine le stesse strade, il circuito di Imola e la città di Faenza, ospiteranno a giugno i Campionati italiani su strada, anche questo un momento di grande sintonia tra le due città della via Emilia.

“In un anno particolare -sottolinea l’assessora allo Sport del Comune di Faenza, Martina Laghi- la Special Edition all’Autodromo di Imola potrebbe essere la formula giusta per rispondere al bisogno degli atleti di svolgere una corsa su un tragitto di 100 chilometri, sicuramente in un contesto molto scenografico. Ovviamente Faenza e l’amministrazione saranno presenti il 22 maggio per accompagnare e sostenere l’associazione 100km del Passatore che tanto si è spesa nell’organizzare un evento sportivo di grande spessore in un altro anno difficile sul fronte dell’emergenza sanitaria; una manifestazione che, se non può essere equiparata al fascino della ‘Firenze-Faenza’, sicuramente vedrà una bella partecipazione di tanti runner”.