Nelle persone vaccinate crolla il rischio di infezione di Sars-CoV-2, di ricovero e di decesso. Questi i risultati principali ottenuti a livello nazionale dall’analisi congiunta dell’anagrafe nazionale vaccini e della sorveglianza integrata Covid-19 contenuti in un report, a cura del Gruppo di lavoro Iss e ministero della Salute “Sorveglianza vaccini Covid-19” in collaborazione con i referenti regionali della sorveglianza integrata Covid-19 e con i Referenti regionali della anagrafe nazionale vaccini.

Il report presenta i dati a partire dal 27 dicembre 2020 (giorno di avvio della campagna vaccinale in Italia) al 3 maggio 2021, relativi a 13,7 milioni di persone vaccinate. Dai dati emerge che il 95% delle persone vaccinate con vaccino Comirnaty o Moderna ha completato il ciclo vaccinale, ricevendo due dosi nei tempi indicati dal calendario vaccinale mentre per il vaccino AstraZeneca nessuna delle persone incluse nello studio aveva ricevuto il ciclo completo.

L’analisi congiunta ha evidenziato che il rischio di infezione da Sars-CoV-2, ricovero e decesso diminuisce progressivamente dopo le prime due settimane. A partire dai 35 giorni dall’inizio del ciclo vaccinale si osserva una riduzione dell’80% delle infezioni, del 90% dei ricoveri e del 95% dei decessi; questi effetti sono simili sia negli uomini che nelle donne e in persone di diverse fasce di età.

Vaccinazioni

Da domani sarà possibile l’iscrizione on line sul candidatore regionale delle persone tra i 40 ed i 49 anni compresi, circa 17.100 soggetti al netto di chi ha già avviato o concluso il ciclo vaccinale perché appartenente ad una categoria prioritaria per professione o patologia (2.300 circa in questa fascia).

Sono invece 3.000 le persone tra i 50 ed i 54 anni che si sono già iscritte sul form e che ora attendono, entro la prima settimana di giugno, di essere contattate dal proprio medico di famiglia per l’appuntamento vaccinale.

La situazione odierna

Nell’Ausl di Imola oggi nessun decesso, 6 i nuovi positivi con con 378 test molecolari e 438 antigenici rapidi refertati, per un indice allo 0,07% (ieri 1%). Nelle ultime 24 ore in Italia i decessi sono scesi quota 100, non succedeva dallo scorso ottobre: 93 i morti. I nuovi casi sono 5.753 per un indice di positività al 2,8% (ieri 2,2%). In Emilia Romagna i casi sono stati 452 con un indice al 3,1% (ieri 2%), 7 i decessi (nessuno nelle province di Reggio Emilia, Ferrara, Ravenna e Forlì-Cesena).

FAQ sulle misure adottate zona per zona (aggiornate in tempo reale) >>>> 

Aggiornamento Italia ore 12 del 16 maggio (dati del 15 maggio)

Prosegue il calo dei ricoverati nelle terapie intensive, il saldo tra ingressi e uscite oggi segna – 26, i nuovi ingressi sono 60 (ieri 63), per un totale di 1.779. I decessi sono 93 (ieri 136) e 5.753 positivi (ieri 6.659) con 202.753 tamponi (ieri 294.686). I morti da inizio pandemia sono 124.156, i casi complessivi sono 4.159.122. In calo gli attuali positivi: 328.882 (nelle 24 ore – 3.948), così come i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari Covid: 12.134 (- 359). In isolamento domiciliare ci sono 314.969 persone (ieri 318.532). I guariti nelle 24 ore sono 9.603 per un totale di 3.706.084.

Le disposizioni per chi viaggia >>>>

L’Emilia Romagna registra 7 decessi (ieri 14). I positivi sono 452 (ieri 530), con 14.163 tamponi (ieri 26.013). 1.730 i guariti, in discesa i casi attivi totali: 23.429 (- 1.285 rispetto a ieri), i ricoverati nelle terapie intensive sono 157 (- 3 rispetto a ieri), i ricoverati negli altri reparti Covid sono 1.042 (- 15).

I positivi in Italia

Nessuna regione con più di mille casi in giornata. Nessuna con zero casi di positività.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

772 vaccinazioni eseguite ieri, per un totale di 56.317 vaccinazioni da avvio campagna, di cui 35.570 prime dosi e 20.747 seconde dosi.

Sono ancora 6 i nuovi positivi, su 378 test molecolari e 438 antigenici rapidi refertati. Uno ha un’età compresa tra 0 e 14 anni, 2 sono tra i 25 ed i 44 anni, 2 nella fascia 45-64 ed 1 ha più di 65 anni. 3 gli asintomatici, tutti individuati tramite tracciamento. 5 persone erano già in quarantena e 3 sono riferibili ad un focolaio noto.

Nessun decesso. I guariti sono 7 (ieri 13).

I casi attivi sono 259 (ieri 260), 12.482 i casi totali da inizio pandemia.

Rispetto ad ieri crescono di 1 i ricoveri in Terapia Intensiva, che diventano 7 (3 ad Imola). Stabili i ricoveri internistici (7) e in ECU (2).

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 379.577 casi di positività, 452 in più rispetto a ieri, su un totale di 14.163 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,1%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni. Da lunedì 17 maggio, in Emilia-Romagna i 40-49enni, cioè i nati dal 1972 al 1981 compresi, potranno registrarsi on line per la somministrazione del vaccino anti Covid collegandosi al sito internet della Regione. Lo stesso disponibile per la classe d’età 50-54 (i nati dal 1967 al 1971 compresi), per la quale naturalmente le candidature rimangono aperte.

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Tutte le informazioni sulla campagna vaccinale>>>>

Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 2.153.620 dosi; sul totale, 714.109 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 214 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 212 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 277 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,3 anni.

Sui 214 asintomatici, 170 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 19 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 1 tramite i test pre-ricovero. Per 24 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 92 nuovi casi e Modena (88); poi Parma (69) e Reggio Emilia (50), quindi Rimini (46), Ravenna (23) e Ferrara (21). Seguono Forlì (19), Cesena (19) e Piacenza (19) e infine il Circondario Imolese (6).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 8.491 tamponi molecolari, per un totale di 4.618.514. A questi si aggiungono anche 5.672 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.730 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 343.060.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 23.429 (-1.285 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 22.230 (-1.267), il 94,8% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 7 nuovi decessi: 3 a Bologna (due donne, di 79 e 87 anni e un uomoi di 62 anni), 1 a Parma (una donna di 66 anni); 1 a Modena (un uomo di 90 anni); 1 a Piacenza (una donna di 51 anni); 1 a Rimini (una donna di 85 anni). Nessun decesso nelle province di Reggio Emilia, Ferrara, Ravenna e Forlì-Cesena.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 13.088.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 157 (-3 rispetto a ieri), 1.042 quelli negli altri reparti Covid (-15).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 7 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 14 a Parma (-2), 20 a Reggio Emilia (-1), 23 a Modena (invariato), 48 a Bologna (+1), 7 a Imola (+1), 13 a Ferrara (invariato), 8 a Ravenna (invariato), 4 a Forlì (-1), 3 a Cesena (-1) e 10 a Rimini (invariato).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 23.347 a Piacenza (+19 rispetto a ieri, di cui 7 sintomatici), 27.512 a Parma (+69, di cui 31 sintomatici), 46.217 a Reggio Emilia (+50, di cui 22 sintomatici), 64.594 a Modena (+88, di cui 49 sintomatici), 81.062 a Bologna (+92, di cui 61 sintomatici), 12.482 casi a Imola (+6, di cui 3 sintomatici), 22.943 a Ferrara (+21, di cui 3 sintomatici), 29.991 a Ravenna (+23, di cui 15 sintomatici), 16.622 a Forlì (+19, di cui 13 sintomatici), 19.143 a Cesena (+19, di cui 13 sintomatici) e 35.664 a Rimini (+46, di cui 19 sintomatici)./A.Ma.