Imola. Non sono rimasti soddisfatti dell’incontro con parte della giunta i rappresentanti dei cittadini del comitato via Marie Curie/via John Lennon che da qualche tempo protestano contro la realizzazione di una strada che l’Amministrazione vuole far passare fra il campo da calcio “Calipari” e un campo in sintetico, un prato utilizzato dai bambini prima e dopo le attività sportive.

L’incontro del 18 maggio in via Punta fra parte della giunta e alcuni rappresentanti del comitato di via Marie Curie

“Parliamo di centinaia di bambini – spiega il portavoce Fabio Morsiani – che utilizzano quella zona e quindi siamo contrari alla strada che è stata modificata dopo la Variante del 2017. Il sindaco Marco Panieri e gli assessori Zanelli e Spada ci hanno detto che il proprietario del lotto da realizzare (non ci hanno voluto dire il nome) ha segnalato criticità sulla viabilità all’incrocio fra via Punta Chiusa e via Punta, ma noi abbiamo sottolineato che i problemi sono più forti all’intersezione fra via Marie Curie e via Punta, specialmente nella svolta a sinistra nella zona della rotonda della pizzeria ‘Il Fagiano’ poiché la visibilità è limitata. Inoltre, abbiamo chiesto della prevista piantumazione di alberi e ci è stato risposto che ci sono 50 mq (davvero pochi) e di un’area sgambatura cani promessa a suo tempo. In quest’ultimo caso, i rappresentanti della giunta hanno asserito che esiste già sulla via Montanara una zona agility dog. Peccato che sia privata”.

“Ora – conclude Morsiani – il sindaco ha detto che farà verificare da Area Blu le possibili criticità dei due incroci, quello fra via Punta chiusa e via Punta e fra via Marie Curie e via Punta. Ci rivedremo il 7 giugno, ma noi non abbiamo intenzione di mollare”.

Il sindaco e gli assessori Michele Zanelli ed Elisa Spada hanno illustrato tutti i passaggi che hanno portato alla situazione attuale, con l’edificabilità dell’area che risale ad una ventina di anni fa. “Non vi è stato nessun rapporto tra la Variante 5 e il conferimento delle potenzialità edificatorie all’ambito N. 129: Rio Palazzi, che è intervenuto con l’approvazione del PSC, a fine 2015, attuando possibilità definite da precedenti strumenti urbanistici. Per questo è sbagliato parlare di cementificazione: si tratta di due edifici per un totale di circa 24 alloggi, la cui realizzazione è prevista da anni” ha fatto sapere il sindaco Panieri.

Il primo cittadino ha poi presentato i vari passaggi che hanno portato all’individuazione della  realizzazione di un nuovo tratto di strada, a fianco del campo di calcio “Calipari”, in prosecuzione di via Curie, come soluzione indicata al momento all’interno della delibera che adotta la Variante 5 al Rue, ambito N. 29: Rio Palazzi. “Dal  2017 ad oggi gli uffici comunali hanno vagliato diverse soluzioni per l’accesso alla lottizzazione ed alla fine ha prevalso quella che prevede la costruzione di un nuovo tratto di strada, di 58 metri, per raggiungere da via Lennon la lottizzazione in esame”. Va detto che la soluzione indicata non si limita alla costruzione di un nuovo tratto di strada, ma comprende anche la realizzazione di una pista ciclabile, di un’ampia area verde attrezzata e di un nuovo parcheggio pubblico. “Appena ci siamo resi conto che di questa soluzione che prevede la costruzione di un nuovo tratto di strada non era stata data informazione ai cittadini e non c’era stato un confronto, abbiamo dato la nostra piena disponibilità ad incontrarvi e il giorno dopo la richiesta mi sono presentato sul posto e due giorni dopo ci ritroviamo qui in Comune a ragionarne insieme”.

“Il nostro obiettivo è trovare la soluzione più idonea dal punto di vista della accessibilità e della sicurezza stradale per dare accesso alla nuova lottizzazione” ha sottolineato il sindaco Panieri. “Pertanto – ha fatto sapere il primo cittadino -, daremo incarico ad Area Blu di fare una valutazione complessiva della viabilità dell’area, con particolare attenzione alla sicurezza ed alla accessibilità, sviluppando una doppia ipotesi di accesso alla lottizzazione, da via Punta o da via Lennon – via Curie, approfondendo il progetto al fine di comprendere quali sono gli accorgimenti idonei per garantire la sicurezza della viabilità. Una volta definite le due ipotesi di soluzione, torneremo ad incontrare i cittadini, per fare tutte le valutazioni del caso, al fine di arrivare alla scelta finale”.

Infine, va chiarito che il procedimento è tuttora in corso, nel senso che il consiglio comunale ha adottato la Variante 5 al Rue, che contiene una trentina di necessarie modifiche alla pianificazione vigente, che da anni attendono di essere rese operative. Per essere approvata definitivamente dal consiglio comunale, la delibera adottata, una volta pubblicata sul sito del Comune, viene depositata per 60 giorni durante i quali i cittadini possono presentare le proprie osservazioni. “Utilizzeremo questo tempo per trovare una soluzione che passi attraverso il confronto e la partecipazione attiva dei cittadini” ha concluso Panieri.

(m.m.)