Imola. I sindacati l’hanno accusata di una gestione “troppo personalistica”, a stretto giro di mail arriva la risposta della dirigente scolastica dell’Ic 4 di Imola, Laura Santoriello: “Suscita sgomento dover constatare come in un momento di particolare difficoltà, in cui la scuola sta esprimendo il massimo sforzo per affrontare nel migliore dei modi le criticità di un anno assai difficile, le organizzazioni sindacali Flc Cgil Imola, Cisl area metropolitana bolognese e i Cobas Bologna si attenzionino su particolari esegetici e lancino generici strali che, nel tentativo di produrre un deleterio ed ingiustificato effetto divisivo, oltre a ledere gravemente il mio onore e la mia reputazione, non danno rilevanza né al diritto dei lettori a ricevere una corretta ed esaustiva informazione, né alla capacità dell’utenza dell’Ic 4 di Imola di saper discernere l’impegno e la dedizione da accuse pretestuose”.

La difesa della dirigente è a tutto campo: “E sconcerta anche dover prendere atto che la foga sindacale non risparmia gli ‘uffici competenti’, rei di non aver fornito risposte definitive sulle questioni in essere… L’auspicio è che tali sostanziali questioni in essere, ovvero le decisioni che ‘con inaccettabile protervia’ vengono assunte unilateralmente dalla dirigente scolastica, ledendo in tal modo ciò che prevede la legge stessa, ossia la partecipazione alla gestione della scuola; le urlate prevaricazioni sul collegio dei docenti e sul consiglio d’istituto, vengano ben specificate dalle suddette organizzazioni sindacali, consentendo così alla sottoscritta di tutelarsi nelle sedi opportune”.