Spett. redazione,
Con la presente desideriamo informare che a seguito della “Assemblea sociale ordinaria annuale” del 25 maggio 2021 si è provveduto ad eleggere il nuovo organo di amministrazione dell’associazione PerLeDonne, per il triennio 2021/2023, in quanto tutte, e sottolineiamo tutte, le precedenti cariche elettive e fiduciarie erano scadute il 31 dicembre 2020. Il nuovo organo di amministrazione è oggi costituito, come già annunciato, dalle socie Amedea Morsiani, Carla Govoni , Cristina Zanasi, Daniela Villa e Sabina Amadori , appartenenti alla lista collegata al Programma n.1, che prevede la continuità di tutte le attività compreso il Centro Antiviolenza, i tre Punti territoriali e “LiberamenteDonna”, che è stato presentato all’assemblea insieme al Programma n. 2, decisamente alternativo. Il Programma n. 1 è stato approvato dall’Assemblea delle socie quasi all’unanimità (59 voti favorevoli e 2 contrari su 80 socie aventi titolo).

La richiesta emersa in questi giorni di una scissione tra l’Associazione e il Centro Antiviolenza è stata consegnata da sole 8 socie dell’associazione, volontarie dell’equipe del Centro Antiviolenza e sarà esaminata se pur in netto contrasto con la linea approvata dalla suddetta assemblea, seguendo le indicazioni statutarie. Ribadiamo che l’assemblea si è già espressa a favore del rinnovamento nella continuità, e pensiamo che utilizzare la questione ideologica per risolvere problemi meramente interni è la risposta più tipica di chi si promette idealista ma alla fine è solo integralista.

Noi ci poniamo nel dialogo come fa la maggior parte delle associazioni che si prendono cura del progetto/missione e andiamo dritte all’obiettivo, con il riconoscimento democratico dell’assemblea.

Il nostro assetto giuridico e normativo previsto dallo Statuto non è mutato.

Assicuriamo che tutte le nostre articolazioni continueranno a lavorare, dal Centro Antiviolenza ai Punti territoriali e a LiberamenteDonna.

Diffidiamo chiunque a firmare comunicati o altro a nome e per conto dell’associazione PerLeDonne e del Centro Antiviolenza di PerLeDonne; materiale che può essere firmato solo da chi rappresenta legittimamente l’associazione PerLeDonne: la Presidente.

(Cristina Zanasi, presidente associazione PerLeDonne)