Se sei in procinto di organizzare la prima Comunione per i tuoi figli sicuramente avrai già in mente un piano d’azione che, grossomodo, ti indichi la giusta via per procedere. Tuttavia se hai aperto questo articolo magari ti interessa capire se ci sono consigli o suggerimenti per ottimizzare tempo, fatica e denaro… giusto? Ebbene in questo breve approfondimento ti spiegheremo in modo dettagliato quali sono gli step per procedere senza intoppi e imparando a pianificare anche eventuali imprevisti. Uno tra questi riguarda molto spesso la questione delle bomboniere comunione che non richiedono attenzioni esclusivamente rispetto all’estetica. Procediamo con ordine e vediamo il perché.

Data e location

La prima cosa da fare è segnare la data X sul calendario e, in base ad essa, stabilire quali caratteristiche dovrà avere la location dove si terrà il ricevimento. Cosa c’entra tutto questo con le bomboniere da comunione? Dacci fiducia perché tra poco ci arriviamo. La location deve essere facilmente raggiungibile da tutti, inclusi i parenti o gli amici più lontani. Inoltre deve essere posizionata ad una distanza ragionevole dal luogo in cui si terrà la cerimonia perché, ad un certo orario, gli stomaci inizieranno a brontolare. Inoltre dovrebbe poter rispondere a ogni necessità dei tuoi ospiti, dal più piccino al più anziano. Data e location vanno a braccetto anche per la questione meteo che non va sottovalutata e, dunque, in caso di ricevimenti all’aperto deve poter consentire un’alternativa all’interno in caso di pioggia.

Lista invitati

La lista invitati ti servirà per concordare il ricevimento presso la location da te individuata ma non solo. Innanzitutto assicurati di aver ricevuto comunicazione di particolari intolleranze o esigenze dei tuoi invitati e cerca di fare in modo che vengano accolte. Successivamente distingui gli adulti dai bambini perché, dopotutto, la festa è dei figli e non dei genitori. Magari stai pensando che tutto dovrà essere perfetto ma, così facendo, dimenticherai che questo è un grande giorno per i figli che si apprestano a iniziare un percorso di comunione con il loro credo. Per questo la lista invitati ti servirà a capire anche quante bomboniere ordinare e, soprattutto, qual è il budget di cui disponi per tutte le spese, abiti inclusi.

Abiti adeguati

Gli abiti per la comunione sono relativamente semplici perché le parrocchie sono solite prevedere l’utilizzo della tunica bianca. Prima di prendere qualsiasi decisione ascolta le direttive della catechesi ed evita assolutamente di trascinare tuo figlio con te in giro per i negozi. Prendi un’amica fidata o un parente molto paziente e dai uno sguardo alle proposte senza dover far fronte a improvvise piogge di capricci. Considera anche che per le misure potrai portare con te un capo che calza a pennello per poi coinvolgere il bambino solo alla prova finale. I genitori dovrebbero vestire in modo elegante ma sobrio perché, dopotutto, l’Eucaristia è un momento umile e semplice.

Bomboniere per tutti!

Eccoci finalmente ai consigli sulle bomboniere. Perché abbiamo collegato la bomboniera da comunione a tutti gli altri aspetti da pianificare? Semplicemente perché se non hai una lista invitati e non hai ancora individuato la location troverai molta più difficoltà nel decidere quale sarà la bomboniera decisiva. Considera che essendo anche una festa per bambini sarebbe più idoneo scegliere degli oggettini più giocosi per loro, destinando le bomboniere più serie agli adulti. Inoltre ti suggeriamo di ordinare sempre qualche pezzo in più per evitare lo spiacevole incidente di dover lasciare andare via degli ospiti a mani vuote se non dovessero bastare.

La festa è del bambino

Non temere troppo il giudizio degli altri ma soffermati a pensare a quali sono le tue disponibilità e a cosa renderebbe davvero felice tuo figlio. Per una comunione puoi optare per simboli religiosi molto semplici o per oggetti più preziosi ed elaborati: l’importante è che siano di vostro gradimento e, soprattutto, che rientrino nelle possibilità economiche di cui disponi. Il vero protagonista della giornata sarà il bambino che si appresta a ricevere la comunione per cui è a lui che vanno dedicate maggiori attenzioni. La festa, dopotutto, dovrebbe essere un piacere. Per questo muovendoti per tempo e distinguendo sempre le esigenze dai bambini da quelle degli adulti farai sicuramente un ottimo lavoro!