Faenza. “Unwelt” è il titolo della mostra realizzata e allestita da un gruppo di fotografi della fototeca manfrediana ha aperto il 25 giugno e sarà visitabile fino all’11 luglio presso la Galleria Comunale d’Arte nel Voltone della Molinella (orari di apertura: venerdì dalle 18 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, mentre la domenica dalle 16 alle 19).

Un’opera di Alberto Tedioli

Una mostra che racconta il quotidiano dei 5 autori (Cristiano Buffa, Matteo Cavina, Margherita Mercatali, Alberto Tedioli e Matteo Vandelli) tra il 2019 e il 2020: 5 quindi i tracciati fotografici che raccontano uno spazio e un tempo della quotidianità, creando un dialogo di confronto su tematiche legate al paesaggio e alle sue rappresentazioni.
Diversa la distanza e l’approccio al soggetto, diversa la visione interpretativa, resta a comune denominatore il territorio circostante indagato ed esplorato dagli artisti.

Il biologo tedesco von Uexküll sosteneva che gli organismi hanno unwelten differenti, anche se condividono lo stesso ambiente. L’animale resta però limitato al proprio ed è quindi povero nel mondo, mentre l’uomo, secondo il filosofo tedesco Max Scheler, si differenzia dall’animale non per l’intelligenza, ma per essere una creatura aperta rispetto a ciò che la circonda. Così anche il fotografo è aperto al mondo e nonostante ritragga scorci dello stesso paesaggio in cui vive, ha una visione differente perché ognuno legge il territorio circostante nel proprio modo soggettivo.

Dall’appennino al mare, dalla realtà urbana alla campagna, le fotografie qui raccolte raccontano con uno spettro a medio raggio il banale e il sorprendente del proprio habitat, con l’intenzione di farli convergere.

Eventuali visite fuori orario possono essere concordate contattando fototecamanfrediana@gmaoil.com.

(Annalaura Matatia)