Imola. Finalmente riapre Ca’ Vaina, uno spazio d’incontro e per mettere in gioco il proprio estro e la propria creatività soprattutto per i giovani, ma non solo. Spesso, nelle serate di spettacolo aperte a tutti si vedevano e si rivedranno pure ultrasessantenni.

Una serata musicale a Ca’ Vaina

Il centro era stato chiuso durante la giunta Sangiorgi nel novembre 2019 per lavori in tema di sicurezza e agibilità, e successivamente, causa la destinazione straordinaria degli spazi ad uso scolastico dovuta all’emergenza sanitaria da Coronavirus.

Ora, dal 1° luglio, si torna a poter usufruire degli spazi interni e dell’ampio giardino. Il digiuno è stato lungo, molti ne hanno sentito la mancanza e proprio per tale motivo si spera che la nuo a stagione che sta per cominciare porterà nuovi e saporiti frutti.

Nei giorni scorsi sono state completate le procedure per l’affidamento dei servizi culturali aggiudicati alla Cooperativa Sociale Officina Immaginata, di Imola, per l’importo di 138.504 euro (Iva esclusa), risultante dal ribasso offerto dello 0,50% sull’importo posto a base di gara pari a 139.200 euro (Iva esclusa).

Le sale prove per le band del territorio, adiacenti all’edificio principale, sono state invece riaperte nelle scorse settimane, appena le misure di prevenzione alla diffusione della pandemia lo hanno consentito.

(m.m.)