Comincia sabato 3 luglio le vendite di fine stagione, che interesseranno, nel territorio del circondario, centinaia di punti vendita al dettaglio di vari settori: dal tessile e abbigliamento, agli accessori e calzature, ma anche oggetti per la casa e pelletteria.

“Il prossimo sabato 3 luglio Confcommercio Ascom Imola celebra non solo il tanto atteso avvio dei saldi estivi, – dichiara Danilo Galassi presidente di Confcommercio Ascom Imola – ma soprattutto il ritorno all’auspicata normalità, nella speranza di poter lasciar presto e definitivamente alle spalle l’emergenza sanitaria ed economica che ha caratterizzato questi ultimi 18 mesi.”

“Per festeggiare questa giornata, attesa tanto dai consumatori quanto dai commercianti, abbiamo ideato a livello regionale una grafica coordinata per la Festa dei saldi, per promuoverne l’avvio e incentivare gli acquisti nelle attività del Circondario che partiranno già con sconti e promozioni importanti.

Anche per quest’anno, inoltre, torna l’iniziativa di Confcommercio Ascom Imola “Saldi tranquilli”, strumento d’informazione e controllo che si rivolge sia alla clientela, vista come referente fondamentale di una campagna informativa per rendere note le norme che regolano un corretto svolgimento dei saldi.

Tutti gli operatori commerciali del territorio potranno rivolgersi ad uno specifico sportello di Confcommercio Ascom Imola per avere delucidazioni sulla normativa in questione. Tale sportello risponde al numero 0542 619611 e/o, via e-mail all’indirizzo: saldi@ascomimola.it

Anche il Comune di Castel San Pietro Terme si schiera al fianco degli operatori del centro storico e, in occasione della partenza della stagione dei saldi estivi, accoglie la richiesta delle associazioni di categoria e dei commercianti di abbattere i costi della sosta per i clienti dei negozi ubicati nel cuore del capoluogo almeno nella giornata del sabato.

In particolare da sabato 3 luglio, giorno di avvio degli sconti, e per tutti i cinque sabati del mese la sosta sarà gratuita, e per tutto il giorno, nel parcheggio di via Oberdan. Nessun pagamento nemmeno per chi sosterà lungo le vie Cavour e Matteotti nell’intervallo orario compreso fra le 17 e le 19.

La decisione è stata presa dal sindaco Fausto Tinti di concerto con la cabina di regia delle Associazioni di categoria dei commercianti e artigiani del Centro Commerciale Naturale di Castel San Pietro Terme e in coordinamento con la Polizia Locale che presidierà le strade del perimetro del centro storico.

Si riportano alcuni principi di base per gli acquisti in saldo in piena trasparenza e sicurezza.

Le regole per gli acquisti in saldo

#1 Distanziamento sociale: Va mantenuta la distanza di almeno un metro tra i clienti in attesa di entrata ed all’interno del negozio

#2 Disinfezione delle mani: Prima di toccare i prodotti è obbligatoria la pulizia delle mani attraverso le soluzioni igienizzanti messe a disposizione degli acquirenti.

#3 Mascherine: I clienti devono obbligatoriamente indossare la mascherina, così come i lavoratori in tutte le occasioni di interazione con i clienti stessi.

#4 Cambi: La possibilità di cambiare il capo dopo che lo si è acquistato è generalmente lasciata alla discrezionalità del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme (artt. 130 e ss. d.lgs. 6 settembre 2005, n. 206, Codice del Consumo). In questo caso scatta l’obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto.

#5 Prova dei capi: Non c’è obbligo. È rimessa alla discrezionalità del negoziante. Prima di effettuare la prova vanno disinfettate le mani e, durante la prova dei prodotti, va sempre indossata la mascherina anche nei camerini.

#6 Pagamenti: Le carte di credito devono essere accettate da parte del negoziante e, in ogni caso, vanno favorite modalità di pagamento elettroniche.

#7 Prodotti in vendita: I capi che vengono proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo.

#8 Indicazione del prezzo: Obbligo del negoziante di indicare il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale.

#9 Riparazioni: Qualora il prodotto acquistato in saldo debba prevedere modifiche e/o adattamenti sartoriali alle esigenze della clientela (es. orli, maniche, asole, ecc…) il costo è a carico del cliente, salvo diversa pattuizione. L’operatore commerciale dovrà darne preventiva informazione al cliente.

#10 Permanenza nei negozi in tempi di Covid-19: Sostare all’interno dei locali solo per il tempo necessario all’acquisto di beni ed evitare abbracci e strette di mano.

Sosta gratis al pomeriggio in centro, sabato 3 luglio, in occasione dell’avvio dei saldi estivi. Lo ha stabilito l’Amministrazione comunale che oggi ha approvato l’apposita delibera che prevede sabato 3 luglio dalle ore 15,00 alle ore 19,00 la gratuità della sosta in tutti i parcheggi a sbarre: parcheggio “Centro Città” (ingresso via Aspromonte e viale Carducci); parcheggio “Ortomercato” (viale G.B. Zappi); parcheggio “Ragazzi del ‘99”; parcheggio “Guerrazzi”; parcheggio “Palestra Cavina” nonché negli stalli di sosta a pagamento su strada nel perimetro del centro storico.

La decisione è stata presa dal Comune con l’obiettivo di valorizzare il centro storico, agevolandone l’accessibilità attraverso provvedimenti finalizzati a favorire l’afflusso degli utenti, in occasione dell’avvio dei saldi estivi 2021.

Il Comune riconoscerà ad Area Blu, che gestisce la sosta a pagamento in città, 2.196 euro (Iva compresa), che verranno prelevati dal fondo di riserva, a fronte del mancato ricavo che produrrà questa decisione.

Va ricordato che per favorire l’afflusso degli utenti in centro, in passato è già stata sperimentata, con esiti favorevoli, la modalità che consente di sostare gratuitamente in alcuni parcheggi cittadini (ad esempio nel periodo pre e post natalizio, in occasione di eventi quali la Festa “Il centro fiorisce”, tanto per citare). Pertanto si ritiene opportuno attuarla anche in questa occasione.