Un progetto di residenze e laboratori collettivi nato per rispondere al tema della rivitalizzazione di alcuni borghi italiani, del loro territorio e patrimonio culturale – quale luogo ideale per lo sviluppo di pratiche artistiche, in dialogo con la specificità territoriale – come un importante strumento per comprendere e interpretare il presente. Questa è l’essenza di Habitat, iniziativa mirata essenzialmente  a definire nuove possibilità di sviluppo artistico e culturale sia per il territorio sia per gli artisti, servendosi di ricerca, progettualità e dell’azione speculativa dell’immaginazione.

Monte Busca

Una strategia place-based che riconosce l’importanza dei luoghi e l’esigenza di una conoscenza attenta e costruita dal basso, quale base essenziale per l’attivazione di interventi orientati che, servendosi del territorio come luogo di ispirazione e azione, sappiano raccogliere e rielaborare la sua preziosa eredità micro-territoriale.

Habitat partirà il 24 luglio e terminerà il 22 agosto 2021; dopo un periodo di chiusura, Tredozio (prima “tappa” del progetto) si ri-animerà per ospitare più di 30 artisti, designer e musicisti; insieme a spazi di lavoro condivisi adibiti alla produzione musicale (47011 Records), una camera oscura ( grazie al contributo di Fototeca Manfrediana), un laboratorio serigrafico, un angolo dedicato alla stampa con la ruggine (grazie a Stamperia Il Guado) e alla lavorazione del legno, costituirà un’occasione unica di contatto tra territorio, residenti e viandanti. Nello stesso periodo, eventi pubblici e workshop verranno promossi tra i borghi di Tredozio, Rocca S. Casciano, Portico e San Benedetto e a Ca’ de Monti, sulla base dei progetti sviluppati dai residenti durante la loro permanenza. La condivisione di processi, strumenti e conoscenze costituisce la base su cui pianificare gli interventi orientati e le azioni di coinvolgimento locale e ultra-territoriale, stimolando il contatto tra l’uomo e il territorio.

Quattro sono le location individuate , tra cui “Vulcano” di Monte Busca (Tredozio), l’ Abbazia di S. Benedetto in Alpe (S. Benedetto in Alpe), l’ Abbazia di San Donnino (Rocca S. Casciano) ed infine  Torre Portinari ( presso Portico di Romagna). Per maggiori informazioni (ed il programma completo) consultare il sito www.habitat.it .

(Annalaura Matatia)