Imola. Ritornano i concerti estivi nel chiostro di Santa Maria in Regola dove, dal 2016, uno degli strumenti più preziosi realizzati dal Maestro Liutaio Primo Contavalli è principale protagonista e interprete di quel concetto di musica a tutto tondo che Contavalli volle sempre esprimere nel suo lavoro.

“Notti d’amore immenso” è il nome che Primo Contavalli diede al violino che costruì nel 1923 e che, acquisito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola ad un’asta a Londra, è protagonista dal 2016 dei concerti estivi nel cortile di Santa Maria in Regola.

Un ciclo di concerti che non si è fermato neppure l’anno passato quando, per problemi legati all’emergenza sanitaria, lo spettacolo si è tenuto ugualmente ed è stato proiettato in streaming.

Ricordare l’attività del liutaio Primo Contavalli, il cui laboratorio dista poche centinaia di metri dal magnifico luogo che accoglie gli spettacoli, è stato fin da subito il motivo principale della realizzazione del progetto: al tempo stesso però si è voluto ricordare e riconoscere l’internazionalità del lavoro di Contavalli il quale, dal suo piccolo laboratorio, aveva la capacità di colloquiare con il mondo intero.

Uno dei suoi violini più preziosi, che lui stesso volle chiamare “notte d’amore immenso” è stato in questi anni protagonista e interprete di differenti generi musicali: dalla musica classica al tango, dal jazz alle sonorità sudamericane.

Le due serate proposte in questa edizione spaziano da un programma classico realizzato da un duo di grande esperienza quale quello di Geza Hosszu-Legocky al violino e Robert Lakatos al pianoforte il 21 luglio alle 21 fino ad un gruppo di musicisti italiani i K-lover & Gens D’Ys che suoneranno e danzeranno musiche della tradizione irlandese giovedì 29 luglio, sempre alle 21.

La prenotazione ai concerti può essere fatta complessiva o per le singole serate, telefonando al 0542/26606. L’ingresso è gratuito, fino ad esaurimento posti.  Precisiamo che, a causa delle restrizioni Covid-19, quest’anno i posti sono limitati. Pertanto il presente invito è valido per massimo due persone.