Faenza. L’offerta musicale estiva della città si arricchisce di ritmi latini: dal 21 al 24 luglio è infatti in arrivo “Aspettando la decima edizione di Fiato al Brasile”, che prevede quattro concerti, svolti in diverse location di Faenza con gli allievi e gli insegnanti della scuola di musica Sarti.

“Fiato al Brasile” (immagine di repertorio)

Ad aprire il Festival mercoledì 21 luglio saranno il coro di voci bianche e il coro giovanile della Scuola, guidati da Martina Drudi, unitamente al Coro Jubilate, che si esibiranno, alle 21, nella chiesa dei Salesiani con un concerto tutto dedicato al repertorio popolare sia italiano che brasiliano. Un revival dei brani più significativi preparati nei tanti anni di collaborazione con i direttori e i cantanti brasiliani delle Università Usp di Ribeirão Preto e Udesc di Florianopolis.

Giovedì 22 sarà poi la volta della Big Band, guidata da Daniele Santimone, la prima grande formazione coinvolta nel progetto FAB, che già dalla prima edizione accolse arrangiamenti e composizioni originali scritti appositamente per il concerto più atteso del Festival. Il repertorio di quest’anno sarà tutto dedicato ai Weather Report, e il concerto si terrà nella corte interna del complesso Salesiani, presso l’E-Kafè Bistrot alle 21.

Venerdì 23, sempre nella corte dell’E-Kafè Bistrot alle 21, un’altra storica compagine del festival brasiliano: il FluteClarinet Ensemble, un gruppo strumentale formato da flauti e clarinetti che ogni anno dal 2014 ad oggi è cresciuto sempre più, vedendo la collaborazione di sempre nuovi musicisti, docenti e allievi di scuole del territorio. A creare il gruppo sono infatti gli allievi di flauto e clarinetto della scuola Sarti, del liceo musicale “A. Canova” di Forlì, delle scuole secondarie ad indirizzo musicale “S. Gherardi” di Lugo e “E. Veggetti” di Vergato, i docenti delle medesime e artisti aggiunti che da anni partecipano al Festival. L’ingresso è ad offerta libera, finalizzata alle attività didattiche della scuola Sarti.

L’evento clou (che concluderà la serie) si svolgerà sabato 24 luglio, alle 21, in piazza della Molinella con il concerto di Yamandu Costa. Solo chitarra a 7 corde, organizzato in collaborazione con Emilia Romagna Festival. Il musicista si esibirà in una serie di brani e improvvisazioni su musiche sudamericane. Per questo evento, l’acquisto dei biglietti può avvenire in prevendita su Vivaticket o il giorno stesso alla sede dell’evento a partire dalle 20, salvo esaurimento dei posti. Ingresso primo settore 20 euro; ingresso secondo settore 16 euro. Ingresso gratuito fino ai 10 anni.

L’edizione di quest’anno vuole essere un’anticipazione in vista del Festival che si svolgerà nel 2022, in occasione del decennale del sodalizio musicale fra Faenza e il Brasile.

(Annalaura Matatia)