Imola. Prenderanno il via lunedì 26 luglio, per concludersi presumibilmente mercoledì 28 luglio, i lavori per l’inversione del senso unico di marcia di via Cavour, nel tratto tra via Orsini e viale Carducci. I lavori per l’inversione del senso unico di marcia di via Cavour vengono effettuati al fine di adeguare l’attuale viabilità della via Cavour a quanto definito dal PGTU (Piano Generale Urbano del Traffico) che, appunto, prevede la direzione di marcia a senso unico della via Cavour in uscita dal centro storico.

La decisione è stata presa dall’Amministrazione comunale dopo avere verificato che la sperimentazione dell’inversione del senso di marcia del suddetto tratto di via Cavour – voluta dalla precedente Amministrazione dal settembre 2019 (quella del Movimento 5 stelle, ndr) -, dal punto di vista viabilistico non ha prodotto le migliorie ipotizzate, ma viceversa, continuano a segnalarsi fenomeni di elevata velocità e condizioni di pericolosità e interferenza tra la pista ciclabile e il parcheggio a lato strada.

Come cambierà la viabilità – I lavori comprendono i seguenti interventi:

– l’inversione del senso unico di marcia di via Cavour tra via Orsini e viale Carducci. Il nuovo senso unico sarà in uscita dal centro storico: verrà mantenuta la sosta sul lato attuale della strada mentre la corsia ciclabile sarà risistemata in direzione centro, lato giardini pubblici. Inoltre, sarà ripristinato lo ‘Stop’ su via Cavour all’altezza delle vie Verdi e Manfredi. Saranno ripristinati 6 posti auto tra via Manfredi e via Sacchi, mantenendo però liberi gli spazi davanti agli ingressi delle scuole Carducci prospicenti la via Cavour, che saranno riservati agli utenti del plesso scolastico, fornendo migliori condizioni di sicurezza e permettendo la salita e la discesa dagli scuolabus.

– L’inversione di marcia di via Cairoli nel tratto compreso tra il viale Carducci e la via Cavour. Il nuovo senso di marcia sarà in direzione centro e all’incrocio con via Cavour sarà obbligatorio svoltare a destra in uscita dal centro storico; i parcheggi saranno mantenuti nella posizione attuale mentre cambierà di senso anche la pista ciclabile per permettere il collegamento verso la via Carducci.

– L’inversione di marcia della via Orsini nel tratto compreso tra piazza Savonarola e via Cavour. Il nuovo senso di marcia sarà con direzione in entrata al centro storico e all’incrocio con via Cavour sarà obbligatorio svoltare a sinistra su via Cavour. Anche in questo caso i parcheggi rimarranno nella posizione attuale.

Quali interventi saranno realizzati – Le lavorazioni comporteranno il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale, la cancellazione della vecchia segnaletica e il ripristino di tutta la segnaletica di indicazione, compresa quella relativa alle attività commerciali.

Progettati da Area Blu, i lavori comporteranno una spesa complessiva di 25mila euro e saranno realizzati dalle ditte Zini Elio di Imola e Cims segnaletica di Castel Guelfo nell’ambito di contratto di accordo quadro di manutenzione in capo ad Area Blu.

“Questa modifica al senso di marcia, che va a favore della sicurezza stradale per le utenze deboli, in particolare pedoni e ciclisti, ha reso necessario modificare il percorso del trasporto pubblico che per motivi di dimensioni e di spazi di manovra non può entrare in centro storico ma ne rimane tangenziale. Le fermate più prossime al centro storico sono Andrea Costa e Carducci – Savonarola a nord e Bianconcini e Porta Mazzini a sud presenti sia sulla linea 1 che sulla linea 2”, fa sapere l’assessore alla Mobilità, Elisa Spada. Da parte sua, l’assessore al Centro storico e Lavori pubblici, Pierangelo Raffini precisa: “I lavori che verranno eseguiti vanno incontro a richieste precise emerse in campagna elettorale da parte dei cittadini e delle attività commerciali. Sono state condivise costantemente tutte le informazioni con le associazioni di categoria per permettere anche alle attività economiche presenti di organizzarsi al meglio”.

La decisione dell’Amministrazione di centrosinistra viene criticata dal Movimento 5 stelle: “Qualche giorno fa è stata soppressa la fermata dell’autobus che serviva e attraversava il centro storico. Chi amministra una città decide come meglio gestire i trasporti, quello che fa riflettere è il mondo con il quale questa decisione è stata presa dall’attuale amministrazione piddina: sono stati fatti incontri con la cittadinanza e con gli operatori del centro storico? Cosa ne pensano le associazioni di categoria? Eliminare un servizio essenziale al centro storico a nostro parere è una scelta poco lungimirante. In quasi un anno di amministrazione, oltre a replicare la gratuità dei parcheggi in centro storico per il periodo natalizio (progetto realizzato per la priva volta a Imola grazie all’amministrazione 5 Stelle), oltre a pagare Area Blu con soldi pubblici, quindi dei cittadini, per il mancato incasso del giorno dei saldi di inizio luglio, cosa è stato proposto di veramente innovativo e concreto? Nulla, se questo immobilismo l’avesse mostrato la giunta 5 Stelle ci sarebbe stata una sommossa da parte di tutti gli schieramenti politici”.