Questa estate la nazionale di calcio ci ha regalato la vittoria a “Euro 2020”, ma soprattutto ci ha ricordato come oltre la vittoria occorra mettere in discussione valori fondamentali quali il gioco di squadra, l’orgoglio di appartenere ad un gruppo, lo spirito di amicizia.

Come ha ricordato il team manager della nostra nazionale, Gian Luca Vialli, alla cena del giorno precedente la finale, citando il presidente Usa F.D. Roosevelt “L’onore spetta all’uomo nell’arena, l’uomo il cui viso è segnato dalla polvere, dal sudore e dal sangue. L’uomo che lotta con coraggio, che sbaglia ripetutamente, sapendo che non c’è impresa degna di questo nome che sia priva di errori e mancanza.”

Un film uscito da poco e forse ancora meno conosciuto ci aiuta a ricordare quei giorni di fine giugno e inizio luglio, conclusi con la vittoria finale a Wembley, che incarna benissimo i valori alla base dello sport e di una vittoria che lasci il segno: il desiderio di valorizzare i singoli giocatori e i loro pregi per creare una squadra, per la quale si è disposti a dare anima e sangue.

Il film è “The Keeper. La leggenda di un portiere”, pellicola anglo-tedesca uscita nel marzo 2019, che racconta la storia vera del calciatore tedesco Bert Trautmann.

Sul finire della seconda guerra mondiale, alcuni soldati nazisti vengono catturati dalle forze britanniche e internati in un campo di prigionia in Inghilterra. Tra questi vi è Bert Trautmann, un paracadutista della Luftwaffe che spicca per il suo talento nel giocare a calcio nel ruolo di portiere. Il prigioniero viene notato dall’allenatore della squadra locale, che decide di ingaggiarlo ai fini di evitare la retrocessione. In quanto soldato nazista, Bert è malvisto dai suoi nuovi compagni di squadra e dagli abitanti della zona, in particolare da Margaret, la figlia dell’allenatore, ma grazie al suo talento sportivo e alla sua voglia di redimersi e di accantonare il suo passato, riesce a conquistarsi la fiducia di tutti.

La squadra evita la retrocessione e Margaret lascia il suo fidanzato per sposare Bert. Il tedesco viene poi notato da Jock Thompson, allenatore del Manchester City, il quale decide di ingaggiarlo.

Un calciatore tedesco in Inghilterra, pochi anni dopo la fine della guerra, con le macerie dei bombardamenti delle V1 e V2 ancora lungo le strade, vivrà giornate complicate: ma lo sport, come la vita, ci insegna che costruire è preferibile rispetto a distruggere.

Alcuni passaggi del film, quali il discorso della moglie ai tifosi del Manchester City, l’incontro tra il tedesco Bert e il rabbino, resteranno dei momenti unici.

Trautmann difenderà la porta del Manchester City per 15 anni e sarà il primo giocatore straniero ad essere eletto miglior calciatore dell’anno in Inghilterra.

Il film è visibile a noleggio su Chili e Google Play.

Titolo originale: The Keeper – Anno 2019, Durata 119 minuti – Genere biografico, drammatico – Regia Marcus H. Rosenmüller – Interpreti: David Kross, Freya Mavor

(Tiziano Conti)