Imola. Il Gruppo cooperativo Solco Civitas si arricchisce di un nuovo mezzo di trasporto grazie al contributo finanziario della Fondazione Cassa di risparmio di Imola. Il pulmino sarà destinato prevalentemente ai servizi educativi territoriali che la cooperativa rivolge a famiglie con problematiche sociali: servizi di supporto all’autonomia e alla genitorialità svolti in appalto con Asp circondario imolese.

Luca dal Pozzo, presidente Gruppo Solco Imola, Rodolfo Ortolani, presidente Fondazione Crimola

Nell’ambito di tali progetti, che sono progetti individuali rivolti ai singoli nuclei familiari, anche grazie alla disponibilità del mezzo di trasporto, sarà possibile organizzare in maniera più strutturata e continuativa attività di gruppo e di socializzazione per i bambini e le mamme destinatari dei servizi.

Tra gli obiettivi: favorire la partecipazione dei minori a iniziative atte a sviluppare competenze socio-culturali; favorire la socializzazione tra i minori e le mamme che fruiscono dei servizi e che possono condividere esperienze e problematiche simili; garantire il trasporto in sicurezza dei minori e delle loro famiglie; consentire il trasporto dei minori anche nelle giornate di limitazione del traffico.

Il pulmino è inoltre un importante strumento per tutta la cooperativa in quanto può essere utilizzato anche in altri servizi in cui vi è la necessità di trasportare più utenti contemporaneamente, come i sevizi infanzia o immigrazione.

“Ringraziamo la Fondazione – ha dichiarato Luca Dal Pozzo, presidente del Gruppo – per il contributo utile all’acquisto di questo mezzo che ci permetterà di svolgere al meglio le nostre attività di trasporto di tutti i ragazzi da noi seguiti. Una scelta anche ecologica che ci consentirà di muovere un solo mezzo anziché più macchine come eravamo costretti a fare; e una possibilità anche di socialità importante.”

“Siamo contenti di essere qui a dare il via all’attività di questo pulmino – ha concluso Rodolfo Ortolani, presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Imola – che sarà al servizio dei ragazzi coinvolti nelle attività del Solco. Una realtà, quella del Solco, alla quale siamo orgogliosi di stare a fianco essendo testimone da anni di un grandissimo servizio e di una grande dedizione alla Comunità. Un fondamentale servizio perfettamente coerente con quella che è la missione della Fondazione”.