Imola. Da mesi è in forma splendida riuscendo, in tante gare in piscina, a brillare fra le migliori italiane in assoluto tanto da guadagnarsi il pass per le Olimpiadi di Tokyo nella specialità della rana.

Una volta arrivata in Giappone, Martina Carraro non ha tremato, anzi ha sfruttato tutto l’entusiasmo che mostra sempre insieme col suo sorriso contagioso, per raggiungere la finale dei 100 metri rana con il settimo tempo assoluto facendo felice la società dell’Imolanuoto (è legata sentimentalmente a un altro campione come Fabio Scozzoli) che ha fatto di tutto per aiutarla e assecondarla. In finale, purtroppo non le è riuscito il miracolo di andare a medaglia e ha chiuso con il settimo posto.

Intanto sono già arrivati i complimenti del sindaco Marco Panieri: “E’ un grande orgoglio per tutta la città vedere un’imolese arrivare fino alle vette più alte dello sport. È infatti la terza donna italiana, in assoluto, a raggiungere la finale in questa competizione. Ancora una volta si testimonia quanto Imola sia ricca di esperienze professionali e dilettantistiche legate al mondo dello sport, che contribuiscono in modo determinante all’identità e alla storia della nostra comunità”.