Valle del Santerno. “In mezzo scorre il fiume” ci propone un doppio appuntamento per il fine settimana di Ferragosto. Sabato 14 agosto nella Pieve di Camaggiore (via Coniale Pieve 441, Firenzuola) alle 15.30 verrà celebrata da don Aldo Menichetti una messa con originali interventi sonori di Carlo Maver e Luisa Cottifogli.

A seguire (ore 17.30) l’adiacente Borgo di Camaggiore ospita “Fra sacro e profano”, una performance di Carlo Maver ai flauti e al bandoneon con narrazioni storiche a cura di Claudio Penazzi e possibilità di piccole escursioni con i somarini di Camaggiore.

Carlo Maver

Domenica 15 agosto, ore 21, alla Casa del Fiume a Borgo Tossignano (via Rineggio 22) il Ferragosto si celebra con la cantante brasiliana Patricia De Assis, profonda conoscitrice delle tradizioni musicali del suo Paese che, accompagnata dalla chitarra di Stefano Girotti, presenta “A cor do Samba”, affascinante viaggio nel cuore del Samba. Il concerto fa parte di “Down by the riverside”, rassegna organizzata dalla locanda ostello Casa del Fiume e Combo Jazz Club (prenotazione cena e concerto tel. 335.6678068).

Qualche ora prima alle 17 ritrovo sempre alla Casa del Fiume per scoprire da vicino il misterioso mondo delle api a cura di Giorgio Baracani di Conapi, con visita agli apiari di via Rineggio.

“Il festival – precisa la direttrice artistica Luisa Cottifogli – propone degli incontri che intendono riportare la musica nella Natura, riportarla alle sue origini. Non si tratta infatti solo di concerti così come siamo abituati a vederli e ad ascoltarli, ma anche di percorsi lungo i quali si incontrano artisti che suonano e cantano. Ciascun artista è libero di ispirarsi al luogo in cui si esibisce, mettendosi in sintonia coi suoni e lo spirito del luogo stesso. E’ un modo di intendere la musica molto antico, ancestrale e straniante rispetto alle continue sollecitazioni sonore cui siamo quotidianamente esposti con l’intenso inquinamento acustico nel quale viviamo. Gli ascoltatori vengono invitati ad immergersi in un silenzio meditativo dal quale sgorgano i suoni dei luoghi, degli strumenti, delle voci dei musicisti per entrare in sè: dal silenzio al suono. Un ritorno alle origini e al sé, riassaporando il gusto della bellezza del territorio e della musica che di lì ha origine.… I turisti che invitiamo a raggiungerci su Sillaro e Santerno e territori limitrofi sono quelli che amano scoprire i luoghi in punta di piedi, lontano dalle strade più frequentate e conosciute, quelli che si incantano di fronte alla bellezza dei luoghi, che ascoltano il silenzio, i suoni della natura, che sono pronti a stupirsi di fronte alla musica di un artista che incontrano lungo il cammino o ad un concerto che raramente potranno ascoltare altrove così in stretta simbiosi con i suoni dell’ambiente circostante e con lo spiritus loci al quale gli artisti sono chiamati ad ispirarsi”.

“In mezzo scorre il fiume” è inserito all’interno della programmazione di Bologna Estate, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica.

Info e prenotazioni

inmezzoscorreilfiume2020@gmail.com– 340.0660043 (no messaggi) attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 20.

Per il programma cliccare qui >>>>