Castel San Pietro Terme (BO). Torna il concorso gastronomico “Un Piatto al Miele” organizzato dall’Osservatorio nazionale Miele di Castel San Pietro Terme, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e dell’Accademia italiana della Cucina, delegazione di Castel San Pietro Terme – Medicina.

Giancarlo Naldi, direttore dell’Osservatorio nazionale Miele

“Castel San Pietro Terme è di fatto la capitale italiana del miele – sottolinea il direttore dell’Osservatorio nazionale Miele, Giancarlo Naldi – ed è bene ricordarlo con iniziative come queste che puntano a dare valore alla nostra terra e alle sue eccellenze”.

Il concorso “Un Piatto al Miele” è riservato ai ristoratori di Castel San Pietro Terme e dintorni che saranno invitati a creare piatti con questo gustoso ingrediente e che resteranno all’interno dei loro menù per almeno un mese.

Scarica il bando ci concorso >>>> 

Con questa iniziativa, l’Osservatorio nazionale Miele, che ha predisposto un regolamento che prevede sezioni del concorso anche in altre regioni di Italia, si pone i seguenti obiettivi:

• reinterpretare i piatti della “Cultura Gastronomica Bolognese” fornendo un contributo storico sull’antico abbinamento dei sapori, in particolare il gusto agrodolce;

• promuovere la ristorazione di qualità che si impegna a valorizzare un ingrediente antico come il miele, riscoprendo allo stesso tempo le antiche radici gastronomiche;

• valorizzare i mieli italiani di qualità espressione di una biodiversità e di una caratterizzazione identitaria unica al mondo;

• diffondere la cultura dei mieli e la consapevolezza del ruolo di Castel San Pietro Terme come “capitale italiana del miele”.

Dopo la partecipazione lo scorso anno della chef stellata Cristina Bowerman, il presidente di giuria 2021, e dunque Ambasciatore Grandi Mieli d’Italia, sarà lo chef stellato Igles Corelli, 5 stelle Michelin e coordinatore del Comitato scientifico della Gambero Rosso Accademy. Per l’occasione Corelli donerà all’Osservatorio una sua ricetta di un piatto preparato con il miele.

La giuria è composta anche da Stefano Bicocchi, in arte Vito, attore, gran gourmet, conduttore televisivo di cultura gastronomica; Patrizio Roversi, conduttore televisivo, esperto agroalimentare; Andrea Stanzani, Accademia italiana della cucina e Napoleone Neri, scrittore, cultore di gastronomia e di storia della gastronomia.

Stefano Bicocchi, in arte Vito

La premiazione avverrà domenica 19 settembre, ore 10.30, in piazza XX Settembre in occasione della premiazione del 41° Concorso “Tre Gocce d’Oro”. A condurre la mattinata sarà Patrizio Roversi.

Saranno accettate le domande di partecipazione fino a lunedì 30 agosto 2021. Saranno premiati i primi tre ristoranti classificati a insindacabile giudizio della giuria d’esame del concorso.

Infine una curiosità: per i clienti dei ristoranti aderenti all’iniziativa c’è la possibilità di fotografare i piatti in concorso per votare anche sui social il piatto preferito.