Imola. Pandemia e lockdown non hanno intimorito i ragazzo diversamente abili dell’Officina Sant’Ermanno e i loro infaticabili istruttorie, né lo staff che fa da necessario sostegno al gruppo.

Ed ecco che giovedì 26 agosto  l’associazione presenterà “Il Mondo di Mezzo”, testo di Giorgio Barlotti ispirato alle favole: “Anche le favole hanno i loro mondi  separati e paralleli, le favole sono l’estratto più puro della fantasia e ogni favola è un universo a parte”, spiega Barlotti, che immagina un mondo in cui i personaggi delle favole siano mescolati tra loro, come incapaci di capirsi gli uni con gli altri.  “Come reagirebbe la Sirenetta trovandosi davanti Capitan Uncino? O Pinocchio scontrandosi con i Sette Nani? Vedremo cosa succederà in uno spazio nuovo che confina con tutte le favole…”.

Il tutto si potrà vedere il 26 a palazzo Monsignani in via Emilia alle 20.45, quando sul palco le ragazze e i ragazzi del Sant’Ermanno si presenteranno, supportati da alcuni attori imolesi e dal giovanissimo Mattia Zappi. In scena Daniel Satta, Antonio Cianci, Veronica Zardi, Mattia Zappi, Elena Ricci, Oretta Turrini, Sergio Pizzo, Giorgia Lasi, Mattia Venturi, Anna Visani, Elisa Visani, Daniela Manaresi, Riccardo Pedrini e Dario Poggi, guidati dall’abile e paziente regia di Lucia Ricalzone.

L’evento si svolgerà nel rispetto delle prescrizioni del protocollo anticontagio e in assenza di sintomi. Obbligatorio l’uso della mascherina chirurgica o FFP2.

E’ necessario prenotare al 371.3550937, fino ad esaurimento posti. L’ingresso è ad offerta libera e il ricavato della serata sarà utilizzato per i porgetti ed eventi in via di realizzazione per gli iscritti ai corsi.