La caduta dei capelli per tante persone può diventare un problema insormontabile e può diventare causa di perdita di fiducia in se stessi. Non tutti accettano una rasatura a zero, oppure di vedersi con la parte superiore del proprio capo senza più la folta capigliatura di qualche anno prima. Il nostro suggerimento è però quello di non farsi prendere dal panico. Oggi vi sono tante possibilità per superare questa situazione. Il trapianto di capelli è ormai una pratica che garantisce elevati tassi di successo e che porta a risultati eccezionali.

Occorre però affidarsi a professionalità certe, consolidate, di provata esperienza che garantiscono una qualità e giusti prezzi del trapianto capelli. Mettendo assieme tutti questi elementi la vostra qualità della vita tornerà quella di prima.

Non c’è dubbio che i capelli abbiano un riflesso sulla nostra salute e sul benessere generale. A volte tendiamo a trascurali e non ci rendiamo conto che, come ogni parte del nostro corpo, occorre dedicargli tempo ed attenzioni. Comprendere la struttura, il tipo di capelli, il loro meccanismo di crescita, è fondamentale per mantenerli sani. Così come le cause che possono alterarne il normale processo di vita: patologie, farmaci, stress, che vanno ad aggiungersi a fattori genetici, ormonali e di invecchiamento normale o precoce.

In una situazione normale i capelli sono sottoposti ad un ciclo costante di crescita e di caduta. Quindi se a volte vediamo nella doccia o sul cuscino un numero di capelli più elevato del solito può dipendere dal loro ritmo naturale. In autunno la perdita fisiologica può essere maggiore, oppure può dipendere dai cambiamenti stagionali e climatici o all’esposizione al sole durante i mesi più caldi.

Ma se notiamo invece una costante in questa caduta occorre intervenire. Si inizia con una prima analisi gratuita dei capelli, che di solito è gratuita, per comprendere la ragione della caduta. Da questa prima fase si capirà il tipo di intervento necessario.

A volte è possibile interrompere il processo intervenendo su quelle cause che ne possono alterare il loro normale ciclo di vita. Ad esempio, iniziare una dieta più equilibrata, praticare un esercizio fisico regolare, dormire a sufficienza e ridurre lo stress, possono aiutare la nostra chioma.

Può invece capitare che per le stesse cause i nostri capelli diventano fragili e diradati, rischiando così una calvizia precoce. In questo caso l’analisi iniziale sullo stato dei nostri capelli ci dirà se possiamo essere dei buoni candidati per il trapianto.

Oggi sono di uso corrente le fotocamere digitali per valutare la qualità dell’area donatrice, dei capelli e del cuoio capelluto. Si può procedere con un esame della densità dei capelli per vedere il rapporto di innesto dei capelli dell’area donatrice, così da scoprire se è possibile raggiungere un buon risultato. Inoltre è importante verificare se l’eventuale trapianto di capelli abbia delle controindicazioni che rendono impossibile il trattamento.

A questo punto potete richiedere un piano di trattamento dettagliato per il trapianto dei capelli con tanto di preventivo per evitare spiacevoli sorprese in futuro.

E’ chiaro leggendo anche solo queste poche righe che il trapianto è un intervento delicato, che non si può improvvisare, bisogna fare attenzione di chi promette miracoli, è quindi importante mettersi nelle mani di professionisti sicuri con i quali si è fatto un percorso di analisi, approfondimenti e verifiche della propria situazione. E’ bene richiedere che alla fine del trattamento venga rilasciato una garanzia scritta sui capelli impiantati.

Seguendo questo percorso non solo potrete ricominciare a passare le mani nella vostra capigliatura senza avere la paura che vi rimangano i capelli tra le dita, ma lo potrete fare con la tranquillità che deriva da un percorso sicuro, formalizzato e certificato con regole e garanzie scritte.