Faenza. Verrà inaugurato sabato 4 settembre alle 14.30 presso il Pala Bubani il nuovo murales disegnato da Andrea Zoli e Nicola Bustacchini (in arte “Rospo”), grazie a un’idea dell’associazione culturale Distretto A; l’opera di street art riprende due stelle del basket, rispettivamente nazionale ed internazionale: Simona “Balla” Ballardini e Kobe Bryant(Black Mamba), prematuramente scomparso lo scorso anno a seguito di un incidente di elicottero assieme alla figlia tredicenne Gianna, anche lei astro nascente del basket femminile americano.

A inaugurare l’opera un ospite di eccezione: il campione Marco Belinelli, attualmente capitano della Virtus Bologna, nonchè primo e unico italiano ad aver vinto il titolo NBA (nella stagione 2013-2014 con i San Antonio Spurs), oltre che l’NBA Three-point Shootout (vinto durante l’NBA All-Star Weekend 2014). Nel corso della carriera ha dominato anche in due campionati italiani con la Fortitudo e la Virtus Bologna, una Supercoppa italiana con la Fortitudo Bologna e la Coppa Italia con la Virtus Bologna. Con 2.258 punti segnati in 154 partite, è il quarto miglior realizzatore nella storia della nazionale italiana.

Il primo murales riproduce una caratterizzazione di Bryant e alcuni elementi della sua carriera, tra questi la maglia numero 24 dei LA Lakers e un serpente per ricordare uno dei suoi soprannomi, Black Mamba. La seconda grafica è quella che in questi giorni sta per essere ultimata sulle saracinesche dell’ingresso principale del ‘palazzetto’. Qui, nella serranda di sinistra è stata ritratta di spalle la figura di Simona ‘Balla’ Ballardini, con la sua maglia che reca il numero 8 e la sua inconfondibile capigliatura riccia, ripresa nell’atto di tirare a canestro. L’immagine prosegue idealmente della serranda di destra dove si ritrova la classica palla a spicchi.

 (Annalaura Matatia)