Imola. Rispetto a quella contenuta nella Variante 5 al Rue (Regolamento urbanistico edilizio), il Comune ha deciso di approfondire le diverse ipotesi per l’accesso alla nuova lottizzazione via Lennon – via Curie, ambito ‘Rio Palazzi’ nel quadro di un riassetto della viabilità del quartiere.

Pertanto, la giunta Panieri ha predisposto una delibera con la quale propone al consiglio comunale, competente in materia, di stralciare l’oggetto n. 11 “Via Lennon” dall’approvazione della suddetta variante, al momento solo adottata in prima istanza dal consiglio comunale e non ancora approvata definitivamente.

“Abbiamo deciso di stralciare questo oggetto dalla variante perché vogliamo effettuare ulteriori approfondimenti riguardo alle problematiche emerse a seguito dell’adozione del punto della Variante relativo a ‘via Lennon’ che, voglio ricordarlo, era stato definito dalle precedenti Amministrazioni comunali. Il nostro obiettivo è di arrivare ad una soluzione che possa il più possibile contemperare le diverse esigenze per il più funzionale assetto urbanistico dell’intero comparto sportivo e residenziale compreso tra le vie Curie, Lennon e Punta. E’ arrivato il momento di fare sintesi e superare i conflitti fra le diverse posizioni, oramai radicate da anni, visto che le tante alternative fin qui presentate non hanno mai portato ad una soluzione”, spiega il sindaco Marco Panieri.

“Una soluzione – aggiunge il sindaco Panieri – che sarà definita nei prossimi mesi, tenendo conto delle problematiche emerse nei vari incontri fra residenti e Amministrazione comunale e della necessità, evidenziata dall’apposito studio di Area Blu, di interventi di messa in sicurezza della viabilità esistente per garantire la funzionalità del collegamento viario proposto”.

La decisione di stralciare questo oggetto dall’approvazione della Variante 5 è del tutto legittima, dal momento che rientra nel potere discrezionale del Comune modificare o riconsiderare le proprie scelte di pianificazione urbanistica che, nel caso in questione, non comportano aspettative o legittimi affidamenti non essendo peraltro la variante ancora approvata, ma solo adottata. A questo proposito il sindaco fa sapere che “sono arrivate diverse osservazioni all’oggetto, anche da parte dei residenti sia di via Lennon-Curie che di via Punta ‘chiusa’, oltre che degli stessi proprietari del lotto, che esamineremo prima di procedere con ogni altra decisione. Nei prossimi mesi vogliamo incontrare nuovamente la proprietà dell’area interessata alla lottizzazione, per definire un percorso alternativo a quello fino ad oggi previsto, che tenga conto di tutte le sollecitazioni fin qui emerse”.

 Cosa prevede l’oggetto 11 “via Lennon” – Ricordiamo che l’oggetto n.  11 “via Lennon” consiste nell’inserimento di un nuovo tratto di strada che collega il parcheggio esistente di via Lennon con il parcheggio pubblico previsto nell’ambito residenziale privato “N129: Rio Palazzi”, non ancora attuato. Questo tratto di strada della lunghezza complessiva di circa 80 metri viene previsto sul margine ovest del complesso sportivo “N. Calipari” ed interessa una fascia di circa 8 metri ora sistemata a prato.

La delibera che contiene questa modifica, insieme ad altri 29 punti relativi ad altri ambiti urbanistici, era stata adottata dal consiglio comunale il 29 aprile scorso e pubblicata all’Albo Pretorio il 23 giugno scorso, con termine per la presentazione delle osservazioni al 23 agosto scorso. Solo dopo l’esame delle osservazioni da parte degli uffici comunali competenti, il consiglio comunale potrà approvare in via definitiva la variante stessa.

Come si è arrivati a questa decisione – La decisione dell’Amministrazione comunale arriva alla luce delle sollecitazioni emerse nei tanti confronti che in primis il sindaco Marco Panieri, insieme agli assessori alla Mobilità, Elisa Spada ed all’Urbanistica, Michele Zanelli ha avuto con i cittadini ed i fruitori degli impianti sportivi presenti nell’area interessata e sulla base di quanto scaturito dallo studio effettuato da Area Blu, su incarico del Comune, riguardo alle criticità inerenti l’accesso all’ambito N129 Rio Palazzi e le possibili soluzioni a fronte dei maggiori carichi di traffico. Dai vari incontri, infatti, è emersa la necessità di individuare soluzioni alternative anche per arrivare alla migliore definizione della viabilità del comparto compreso tra le vie Curie, Lennon e Punta.

“Stralciando l’oggetto 11 “via Lennon” dall’approvazione della Variante 5 al Rue, da un lato avremo tutto il tempo necessario per ripensare ad una soluzione, per l’accesso alla lottizzazione che è in previsione nell’ambito ‘Rio Palazzi’, che tenga insieme il più possibile gli interessi di tutti i soggetti coinvolti, dall’altro potremo approvare gli altri 29 oggetti contenuti nella suddetta Variante e dare così risposta ai cittadini e alle imprese che sono in attesa di poter avviare gli interventi presentati”, conclude il sindaco. Tutto sarà deciso nei prossimi mesi.

Ma il comitato Lennon – Curie non è per niente soddisfatto: “L’unico modo per risolvere la questione di questo scempio urbanistico perpetuato dal Comune, è il mantenere l’attuale destinazione d’uso dei terreni sui quali sorgono i campi da calcio che oggi sono aree sportive, mentre il Comune ha votato a favore di farli diventare ‘strada’. Basta chiacchere, a noi interessa solamente che le aree verdi restino verdi, ogni altra soluzione paventata a noi non interessa. Inutile mettere in piedi una faida tra vicini che non esiste (almeno da parte nostra), o accusarci di ledere la libertà di costruzione sulle terre dei padri (non sta a noi dare le autorizzazioni in merito), noi ci chiamiamo fuori da questi giochi da cui abbiamo sempre preso le distanze. Non ci interessano soluzione farfugliate che non risolvono ma che tengono solo in sospeso la questione. A noi interessa solo ricevere l’atto ufficiale in cui vediamo accolte le nostre osservazioni che si possono riassumere in poche parole: non cambiate la destinazione d’uso di quei terreni, lasciateli ad area sportiva”.