Domenica 5 settembre si è svolta a Monte Battaglia, fra Casola Valsenio e Fontanelice, la cerimonia commemorativa degli avvenimenti bellici dell’autunno 1944, quando il monte venne occupato dai partigiani della 36ª brigata Garibaldi che, con il successivo concorso dei fanti statunitensi della 88ª divisione Blue Devils (Diavoli blu), respinsero per più giorni gli attacchi portati da reparti tedeschi determinati a conquistare l’importante caposaldo. Alla cerimonia promossa dall’Anpi, nella quale è intervenuta la vicepresidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein, ha partecipato anche il presidente del Consiglio Comunale Roberto Visani, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, accompagnato dal Gonfalone della Città di Imola.

Da sinistra, il presidente dell’Anpi Gabrio Salieri, il presidente del consiglio comunale Roberto Visani e la vicepresidente della Regione Elly Schlein con il gonfalone di Imola a Monte Battaglia

“È importante che tutti assieme, cittadini e istituzioni, coltiviamo il dovere della memoria – ha dichiarato Roberto Visani -. La Resistenza, con la sua complessità, è un fecondo serbatoio di valori morali e civili. Questa ricorrenza ci insegna che anche oggi, come allora, c’è bisogno di donne e uomini liberi che non chinino la testa di fronte al riaffiorare della cultura dell’odio, della violenza e della sopraffazione”.