Imola. L’immensa Paola Egonu, Sylla, De Gennaro, Danesi, Orro, Gennari, Parrocchiale, Malinov, Pietrini (imolese di nascita), Farr. Sono ben dieci delle quattordici  grandi giocatrici di volley femminile che hanno trionfato ai Campionati Europei per l’Italia battendo la “terribile” Serbia” e che saranno al palaRuggi nel week end del 25 e 26 settembre grazie all’organizzazione di Diffusione Sport col patrocinio del Comune, della Regione e di numerosi sponsor, primo fra tutti  l’importante title sponsor McDonald’s.

I posti disponibili per ognuna delle due giornate, in via precauzionale vista la presenza ancora della pandemia da Coronavirus, sono 500 già tutti sostanzialmente già assegnati dagli inviti dati a coloro che hanno partecipato alla campagna di croudfunding online che è arrivata ben sopra le previsioni a oltre 7000 euro (l’obiettivo era 5000), dagli sponsor, dagli ingressi riservati agli staff delle squadre e alle autorità. Sarà obbligatorio avere il Green pass.

Il tutto è stato possibile da uno sforzo organizzativo frutto della volontà della dirigenza della scuola di pallavolo Diffusione Sport che, al consolidato impegno in ambito propedeutico e di avviamento alla disciplina per il panorama giovanile, affianca la volontà di portare in città uno spettacolo pallavolistico di altissimo livello.

Proprio sulla scia della positiva avventura continentale della selezione Azzurra, e con il piacere della presenza in campo di tante campionesse della formazione allenata dal ct Davide Mazzanti, attraccano sulle rive del Santerno le compagini: Imoco Conegliano, Il Bisonte Firenze, Savino del Bene Scandicci, Vero Volley Monza.

Se per Monza e Firenze si tratta di un gradito ritorno dopo la positiva esperienza dell’edizione del 2019 (nel 2020 non si è giocato per la pandemia, ndr), le gradite novità sono la partecipazione della pluridecorata Imoco Conegliano della stella Paola Egonu, autentico club pigliatutto tra i confini italiani, in Europa e nel mondo, e la semifinalista degli scorsi play off scudetto Savino del Bene Scandicci.

Il cartellone dell’appuntamento prevede le semifinali che si giocheranno il 25 settembre, a partire dalle 16.30, e la doppia finale (finalissima e 3-4° posto) il giorno seguente con inizio alle 16.

Prevista anche una serie di iniziative collaterali tra cui spiccano l’Agriflor Day – Incontro con le campionesse, meet and greet tra le straordinarie atlete protagoniste della manifestazione riservato alle giovani pallavoliste di Diffusione Sport (24 settembre) ed il corso di aggiornamento allenatori impreziosito da due sessioni di allenamento delle squadre giovanili della società organizzatrice diretti da tecnici di grande valore quali Massimo Barbolini (Scandicci) e Daniele Santarelli (Conegliano).

Quattro giovani speranze di Diffusione Sport

Ecco le dichiarazioni dei protagonisti della conferenza stampa di presentazione del 9 settembre.

Pasquale De Simone (presidente Diffusione Sport): “Siamo soddisfatti di poter ripetere, dopo un anno di pausa forzata legata alla pandemia, l’esperienza organizzativa di questo torneo. Non ci aspettavamo una risposta così entusiastica, in termini di adesione, da parte di quattro formazioni di massima serie di questa caratura. Un autentico valore aggiunto per il nostro appuntamento e per la città di Imola grazie alla presenza di tante protagoniste della trionfale cavalcata azzurra nei recenti campionati europei femminili di volley. Ai tanti apprezzamenti raccolti dal format in giro per l’Italia fa eco l’emozione delle ragazze della nostra scuola di pallavolo. Tutto questo impegno è soprattutto per loro. Lavoriamo ogni giorno per quei sorrisi e per alimentare i loro sogni. Ci piace anche sottolineare l’incidenza di una kermesse di tale portata sul tessuto ricettivo imolese”.

Marco Panieri (sindaco di Imola): “Ringrazio, a nome della comunità imolese, Diffusione Sport per questo impegno organizzativo che si abbina al quotidiano lavoro educativo di pratica sportiva al servizio dei nostri giovani. La centralità dell’evento sul campo di gioco sfocia in una serie di ricadute positive sulla ricettività del territorio con un significativo gioco di squadra che, proprio come nel volley, è finalizzato all’affermazione collettiva. In tal senso, l’amministrazione comunale sta facendo la propria parte investendo risorse importanti per la riqualificazione degli impianti sportivi cittadini e la creazione di aree esterne adibite alla sana pratica fisica. Manifestazioni di questo genere hanno, oltre al piacere del qualitativo spettacolo agonistico, la capacità di incarnare una serie di fondamentali componenti della vita quotidiana: la valenza dei sacrifici come unico veicolo per il raggiungimento di un obiettivo, il rispetto degli altri, la dedizione, l’altruismo e la coesione di un gruppo. Auguro alle giovani atlete di Diffusione Sport di continuare a divertirsi giocando a pallavolo e coltivare quel sogno che, magari tra qualche tempo, porterà in maglia azzurra una portacolori della nostra città. Grazie anche a tutti i partner sostenitori dell’iniziativa, preziosa linfa per materializzare risultati rilevanti”.

Alessandro Baldini (presidente del comitato territoriale FIPAV di Bologna): “Un evento dalla straordinaria importanza sullo scacchiere del movimento pallavolistico territoriale. Una manifestazione che inquadra la decisa volontà collettiva di ripartenza dopo le tante criticità che hanno attorniato lo scenario sportivo a causa dell’emergenza sanitaria pandemica. E’ bello registrare questo crescente interesse all’indirizzo di un appuntamento che non trascura neppure i contorni grazie ad una serie di iniziative collaterali che coinvolgeranno anche allenatori ed arbitri della provincia felsinea. Un applauso a Diffusione Sport, nella persona del presidente Pasquale De Simone, ed all’amministrazione comunale di Imola”.

Massimo Camurri (titolare McDonald’s Imola – Main Sponsor Event): “Per noi era importante esserci così come è fondamentale rispondere presente ogni giorno e sostenere le attività della scuola di pallavolo Diffusione Sport. Un impegno che permette a McDonald’s di giungere quotidianamente nelle case dei giovani imolesi che hanno scelto questo splendido sport per divertirsi, socializzare e, perché no, cullare i propri sogni. La partecipazione di quattro formazioni di questa levatura è la ciliegina sulla torta in termini di visibilità per il nostro marchio e per l’intera città di Imola”.

(m.m.)