Imola. Il gruppo consigliare “Imola Corre” condanna con fermezza la festa abusiva (e assai rumorosa, ndr) svoltasi sul Monte Castellaccio, sia coloro che hanno organizzato quell’evento e tutti coloro che hanno partecipato, in pieno sostegno alla dura posizione
già assunta dall’Amministrazione Comunale e dal sindaco Marco Panieri.
In particolare il consigliere comunale Antonio Ussia, delegato dal sindaco agli eventi e alle attività rivolte ai giovani, ci tiene a dichiarare: “Una festa abusiva di quel genere è particolarmente grave e irresponsabile. Perché non solo crea un rischio incontrollato di contagio e diffusione del virus contro il quale stiamo lottando – spiega Ussia -, e lo fa proprio in questo periodo di allerta e di ripresa delle principali attività sociali, ma anche perché rischia di essere un danno economico per le famiglie e un’occasione per le tante attività economiche e sociali che con il loro impegno cercano di dare vitalità a Imola in modo corretto e sicuro”.

Il gruppo consigliare di Imola Corre: in alto Alan Manara, in basso Antonio Ussia

 

Infatti, spiega il consigliere: “L’Amministrazione sta lavorando con forza perché la città possa essere sempre più a misura di giovani. Su questo Imola Corre sta dando un contributo significativo, e alcuni risultati sono già evidenti: penso alla riapertura del Centro Giovanile Ca’ Vaina, alla riapertura del Parco delle Acque Minerali con una nuova attività all’interno, penso agli eventi in centro storico come Imola il Centro Rifiorisce, del 28 agosto. Tutte possibilità per un divertimento sano e tranquillo, che evita problemi, polemiche e denunce”.