Faenza. Successo per la prima edizione del festival “Science on stage” che si è svolto al Palazzo delle Esposizioni, in corso Mazzini a Faenza. In gara i trenta migliori progetti italiani di didattica innovativa per le materie scientifiche (Stem), volti a rendere le scienze, la matematica e la tecnologia, argomenti attraenti e coinvolgenti per i ragazzi di ogni età.

Tra i partecipanti, quattro erano stati proposti da altrettanti insegnanti delle scuole di Faenza, come il liceo Torricelli e Istituto comprensivo Carchidio-Strocchi; undici quelli che potevano accedere alla fase internazionale. Tra quelli che nella primavera 2022 rappresenteranno l’Italia al Festival europeo, ben tre sono faentini.

“Balli, corde e… matematica”, dell’insegnante Stefano Alberghi (Liceo Ballardini-Torricelli di Faenza), “Math’s Got Talent” di Federico Ballanti (sempre del Liceo Ballardini-Torricelli) e “Il gioco della vita sostenibile” di Valentina Fazio con Fabiana Dalmonte, dell’I.C. Carchidio-Strocchi, sono i titoli dei tre progetti presentati dalle scuole faentine.

A rappresentare l’Italia in primavera a Praga al meeting internazionale della scienza, oltre ai faentini ci saranno progetti di insegnanti di scuole di Brescia, Sala Bolognese, Vibo Valentia, Fermo, Genova, Abbadia Lauriana, Vigevano e Ferrara. Il Premio Dad è stato assegnato al progetto di una insegnante di San Cesario di Lecce, mentre una segnalazione di merito è andata a un insegnante di una scuola di Verona.

Ogni due anni Science on Stage organizza il più grande Festival educativo europeo per gli insegnanti Stem. Un evento che riunisce più di 500 insegnanti, selezionati da tutta Europa, per condividere e scambiare idee e concetti per un’educazione scientifica efficace dalla scuola primaria a quella secondaria. In tal modo, le singole esperienze diventano patrimonio condiviso tra gli insegnanti coinvolti. Un fenomeno che interessa non solo il mondo della scuola, ma tutte le persone appassionate della scienza e dei modi per insegnarla e raccontarla: l’edizione del 2017 è stata protagonista di un servizio realizzato dalla trasmissione Superquark.

(Annalaura Matatia)