Egregio direttore,
Sono una donna di 50 anni residente a Dozza ma cresciuta a Castel San Pietro. Da anni frequento regolarmente i Caraibi, specialmente la Martinica che è una piccola isola dell’arcipelago. Qui nel territorio sono piuttosto conosciuta sia perché ho fatto tutte le scuole a Castello, sia perché mio padre era abbastanza conosciuto, sia perché mio fratello ha tutt’ora un’attività commerciale nel borgo, ma anche grazie ad alcuni articoli usciti in passato su di me e sulla mia vita caraibica, complice il fatto che “fuggire ai Caraibi” è un po’ uno dei sogni di tutti.

Ho quindi letto con stupore l’articolo pubblicato nei giorni scorsi dove si racconta di una donna 50 enne di Castello che vive su un’isola dei Caraibi ed è venuta in Italia solo per ottenere il Reddito di Cittadinanza. A parte l’indignazione ogni volta che leggo di queste truffe ai danni dello Stato, la cosa mi sta recando un discreto danno d’immagine perché l’associazione Castello-Caraibi-donna-50 anni scatta naturalmente verso di me; per cui, a seguito di alcuni fastidiosi mormorii da paesello tengo a precisare che non sono io visto anche che no  ho mai fatto mai fatto domanda per Reddito di cittadinanza né per altro genere di sussidio, e non ho idea di chi possa essere, e anzi visto che tra italiani alle Piccole Antille più o meno ci si conosce tutti soprattutto se provenienti dalla stessa provincia, sono sorpresa che nessuno sappia di una castellana ai Caraibi. Non mi interessa sapere chi sia, desidero solo dissociarmi totalmente e pubblicamente da tale episodio.

(Vaifra Melchiorri)