Faenza. La terza edizione de “Il Post Talk” conferma la formula già collaudata negli scorsi anni e propone anche quest’anno una giornata di appuntamenti e incontri con giornalisti, esperti e artisti. Invariata la location – il complesso ex Salesiani di Faenza – per l’evento organizzato dal giornale online Il Post che tornerà nella città manfreda sabato 25 settembre. Dal mattino alla sera saranno dieci gli incontri che si alterneranno negli ampi spazi degli Ex Salesiani: si comincia con la rassegna stampa con il direttore de il Post Luca Sofri e Francesco Costa e si conclude come da tradizione con un artista, quest’anno in compagnia di Malika Ayane.

Gli incontri in programma toccheranno diverse tematiche legate all’innovazione: dalla sostenibilità al biomedicale, passando per economia, lavoro e alimentare.

Il primo appuntamento è alle 9.30 con “I giornali spiegati bene”, rassegna stampa del Post con Francesco Costa e Luca Sofri, seguita alle 11 dall’incontro dedicato all’ambito biomedicale dal titolo “Ci vuole la scienza. L’innovazione nel campo biomedico sta beneficiando di questi tempi?” con Marco Simoni, Anna Tampieri, Filippo Piccinini e Matteo Caccia. Alle 11.30 l’argomento Terra e motori. Una conversazione sul rapporto tra autodromo e territorio con Elena Penazzi, Andrea Fabbri, Marcella Pradella e Pietro Benvenuti.

Alle 12.30 Ludovica Lugli e Giulia Balducci parlano nell’ultimo evento del mattino di “Cose, spiegate bene – La rivista del Post raccontata da chi la fa”. Nel pomeriggio, alle 14, sarà protagonista Emanuela Fanelli che insieme a Pippo Civati parlerà del suo ultimo libro nell’appuntamento “Potevamo intitolarlo ‘Donna oggi’, questo incontro”, titolo che riprende quello del volume scritto dall’attrice: Potevo intitolarlo “Voce di donna” ma non sto ancora a questi livelli.

Alle 15 il vice direttore de il Post Francesco Costa parla di Usa in “L’America d’ora in poi. Doveva essere un anno di ‘normalizzazione’, ma…”, mentre alle 15.30 Piero Negri Scaglione, Paolo Virzì e Luca Sofri conversano all’ex Salesiani nell’incontro dal titolo “Che hai fatto in tutti questi anni. Storia e storie di ‘C’era una volta in America’”. E ancora, alle 17 c’è “Un anno e mezzo a cercare di capire. Come è stato scrivere di una condizione che è sembrata cambiare ogni settimana” in compagnia di Paolo Giordano e Luca Sofri, mentre Valerio Lundini, Paola Tampieri e Filippo Solibello sono i protagonisti dell’incontro delle 17.30 su “Una situazione insostenibile. Le parole da usare per migliorare il mondo, o provarci”. Al cibo è dedicato l’incontro delle 18.30 dal titolo “Mangia come parli. Come si raccontano le cose di ‘food’ e alimentazione” con Elisabetta Bernardi, Maurizio Martina ed Emanuele Menietti. Infine, ultimo appuntamento della giornata, dalle 19.30, “Potremmo parlare per ore”: chiacchiere e canzoni con Malika Ayane che dialogherà con Luca Sofri.

Vai al programma completo >>>>

Proprio per sfruttare al meglio tutti gli spazi a disposizione e garantire la giusta sicurezza per i partecipanti, quest’anno “il Post Talk” si è avvalso anche della collaborazione dello studio di progettazione Bartoletti e Cicognani, e dell’Arch. Luigi Cicognani, che ha dato supporto nella gestione degli spazi e valorizzazione degli ambienti del Complesso. Tra le novità di questa edizione, c’è anche la collaborazione con Comm To Action, il Laboratorio di Scienze della Comunicazione dell’Università di Bologna che ha permesso di coinvolgere alcuni studenti della facoltà. Questi ultimi seguiranno infatti la promozione dell’evento sui canali social.

L’ingresso è gratuito, fino ad esaurimento posti(obbligo di mostrare il Green Pass); Per gli abbonati al Post è possibile prenotarsi (per abbonarsi https://abbonati.ilpost.it/).

(Annalaura Matatia)