La Città di Imola aderisce all’iniziativa della Comunità di Sant’Egidio “Città per la Vita/Città contro la pena di Morte” – “Cities for life/Cities against the Death Penalty” e dichiara il 30 novembre Giornata cittadina “Città per la Vita/ Città contro la pena di Morte” – “Cities for life/Cities against the Death Penalty”.

Il 30 novembre è l’anniversario della prima abolizione della pena capitale ad opera di uno Stato, il Granducato di Toscana, il 30 novembre 1786 e che quest’anno ricorre la 20° edizione della Giornata Internazionale contro la pena di morte.

Referente del Comune per questa iniziativa promossa dalla Comunità di Sant’Egidio è l’assessore alla Legalità, Giacomo Gambi, che spiega “l’adesione del Comune di Imola all’iniziativa della Comunità di Sant’Egidio impegna l’Amministrazione comunale a fare di questa adesione motivo di accresciuta responsabilità, operando negli ambiti di propria competenza perché siano assicurati spazi di adeguata informazione e sensibilizzazione sulle motivazioni del rifiuto di tale pratica e sul progresso della campagna abolizionista nel mondo”.

In tale occasione, nella serata del 30 novembre, sarà proiettato dal palazzo comunale un fascio di luce su piazza Matteotti mentre la Biblioteca comunale predisporrà un percorso di lettura articolato in tre sezioni tra saggi di approfondimento, romanzi e film, attraverso il quale intende fornire un’occasione di riflessione sul tema, ponendo all’attenzione di ogni lettore una questione antica ma drammaticamente ancora aperta. La bibliografia sarà disponibile nelle prossime settimane anche sul sito www.bim.comune.imola.bo.it