Un giovane imolese appassionato di scalate, Andrea Cembali di 29 anni, è morto il 17 ottobre durante un’escursione nel comprensorio del Corno alle Scale, sull’appenino tosco-emiliano.
Il ragazzo sarebbe precipitato dopo essersi sporto per scattare una foto. Lo hanno riferito ai soccorritori i due amici, anche loro imolesi, che erano con lui durante il trekking e che hanno immediatamente chiamato il 118.

I tre imolesi  erano partiti di buon mattino per salire in cima alla montagna sul sentiero Cai 337, i Balzi dell’Ora, classificato per escursionisti esperti. Avevano già fatto molta strada quando, arrivati a poca distanza della cima che si trova a 1.945 metri, Cimbali sembra si sia sporto per fare una foto ed è caduto, precipitando per diversi metri. La telefonata è stata immediata. Sul posto è stata mandata la squadra del Soccorso alpino e speleologico stazione Corno alle Scale che si trovava già vicina al Croce del Corno.

I tecnici hanno raggiunto in pochi minuti il luogo dell’incidente ma il 29enne era già incosciente e privo di polso. A nulla sono valse le manovre di rianimazione effettuate fino all’arrivo dell’elicottero 118 di Pavullo nel Frignano, ma il medico non ha potuto fare altro che costatare il decesso del ragazzo. Il corpo è stato recuperato col verricello e trasportato nella zona delle Polle. Sul posto, sono intervenuti pure i carabinieri.

Il giovane era conosciuto tra i tifosi dell’Imolese calcio e dell’Andrea Costa, spesso lo si poteva trovare nella curva durante le partite casalinghe della squadra.