Imola. Un altro evento sportivo a quattro ruote va ulteriormente ad impreziosire il calendario 2022 dell’autodromo Internazionale “Enzo e Dino Ferrari”. E’ stato infatti ufficializzato l’accordo tra ITR e Formula Imola, che vedrà per la prima volta al via a Imola il DTM, quarto round del campionato.

La data prevista è quella del weekend 17-19 giugno e darà la possibilità agli appassionati di vedere all’opera, come già quest’anno, vetture GT3 di marchi come Ferrari, Mercedes, Audi, Lamborghini, McLaren, BMW e Porsche, per uno dei campionati più importanti a livello europeo che ha cambiato regolamento proprio quest’anno. Il format prevede due gare, con sosta obbligatoria per cambio pneumatici ma non rifornimento. Nella stagione 2021 il titolo DTM è stato vinto dal tedesco Maximilian Goetz (Mercedes-AMG Team HRT, Mercedes-AMG) per soli 3 punti nei confronti del neozelandese Liam Lawson (Red Bull AF Corse, Ferrari). Terza posizione per il sudafricano Kelvin van der Linde (Team ABT Sportsline, Audi).

Il programma di ogni round prevede anche gare di supporto: il DTM Trophy (riservato ai giovani) e il DTM Classic, per vetture che hanno gareggiato nei vari anni passati del campionato.

Pietro Benvenuti (direttore autodromo): “Dopo gli annunci della Formula 1 e della European Le Mans Series, ecco un altro prestigioso campionato che ha scelto Imola per il suo round italiano. Il DTM è senza dubbio una delle serie più importanti a livello europeo, sia per i piloti che vi corrono sia per le performance delle vetture, che da quest’anno sono GT3. Sono convinto che gli appassionati non perderanno l’occasione di essere presenti a questa novità per l’autodromo di Imola, un campionato che in questi anni ha saputo ritagliarsi un ruolo di primo piano nel panorama degli eventi sportivi a quattro ruote”.

Frederic Elsner (direttore eventi e operazioni DTM ITR): “Il circuito di Imola ha una grande storia ed è conosciuto come un circuito impegnativo e veloce. Imola si inserisce perfettamente nel nostro calendario ed è un’altra pista che richiede il massimo dai nostri piloti e team. Inoltre, DTM ha uno stretto legame con l’Italia, in particolare grazie alla partecipazione di piloti e team italiani. Attendiamo con impazienza la prima sul famoso circuito di Imola”.