Imola. Domenica 24 ottobre alle 18, il palaRuggi ospiterà la sfida più sentita della stagione dal punto di vista dei tifosi: Intech Virtus Imola-Olimpia Castello che ripropone, per tradizione, tanti aspetti da valutare.

Innanzitutto, i tanti ex che scendono (ogni volta) in campo in questo derby: nella gara di domenica saranno Regazzi, Ranocchi e Magagnoli in maglia Virtus e Serio, Pieri, Locci,  Salsini e Sabattani tra i biancoazzurri. Quindi cresce l’attesa dei tifosi che aspettano sempre questo match per ribadire la “predominanza” sulla via Emilia.

L’Olimpia Castello è certamente una squadra con buon talento e grande esperienza, con elementi che navigano in categoria da tanti anni, come Tomesani, Sabattani, Govi, Musolesi e Pieri, con Masrè e Locci che hanno già assaggiato la categoria superiore.

Dopo due gare disputate è Matteo Papotti il miglior marcatore castellano con 17 punti sia nel vittorioso esordio a Castelnovo né Monti sia  nella sconfitta al PalaFerrari contro la Fulgor Fidenza. Bene anche Tomesani al debutto contro la Lg Competition (16 punti), Salsini (due volte 11 punti) e Govi (due volte 9).

E’ una squadra compatta che tende a “soffocare” il gioco avversario, per poi sfruttare i movimenti del reparto lunghi. Di Salsini e Locci i tifosi gialloneri sanno tutto, dopo la buona stagione chiusa a luglio con la sconfitta in finale a Rovigo con Jesolo e negli spareggi con Spezia.

Per quanto riguarda l’Intech, Mise Diminic sta volando a 21 punti di media, seguito da Seskus e Magagnoli (14), Aglio (12) e la coppia Nucci-Galassi che gravita attorno agli 8 punti di media.

A proposito di tifosi, Virtus Imola-Olimpia Castello è, innanzitutto, il derby dei tifosi, con una rivalità che affonda le radici negli anni ’80 del secolo scorso. E che ha sempre regalato fortissime emozioni.

Le ultime sono relative alla fantastica tripla di Marco Barattini sul fil di sirena il 26 ottobre 2019: il suo canestro chiuse il periodo nero della rinnovata Intech (0-4) e fece saltare tutto il PalaRuggi giallonero. E fu 2-0 con la vittoria al PalaFerrari nel girone di ritorno.

Partita a porte aperte: non sarà necessario registrarsi, prenotare i biglietti, né confermare la presenza per gli abbonati. Obbligo green pass, mascherina e igienizzazione mani.