Imola. Sabato 30 ottobre alle 18 al Teatro comunale “E. Stignani” sarà inaugurato il “Baccanale” 2021. In programma dal 30 ottobre al 21 novembre, questa edizione ha per tema “Amaro” e prevede oltre 100 eventi, in 23 giorni, pensati per soddisfare gli interessi di un pubblico eterogeneo, ampio e di tutte le età, con un cartellone che abbina cultura, enogastronomia e promozione del territorio.

All’inaugurazione interverranno il sindaco di Imola, Marco Panieri, gli assessori Giacomo Gambi (Cultura e Politiche giovanili) e Pierangelo Raffini (Centro Storico e Attività Produttive), con la partecipazione dello storico dell’alimentazione Massimo Montanari (Università di Bologna) che introdurrà il tema 2021 con un intervento dal titolo “Amaro, un gusto italiano”.

Il Baccanale è organizzato dal Comune di Imola con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e della Regione Emilia-Romagna. La manifestazione gode del sostegno di enti pubblici e privati: la CLAI, la Città metropolitana di Bologna Destinazione Turistica, la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, CACI Società Agricola, Confcommercio Ascom Imola, Confesercenti Territorio Imolese, CNA Imola, Confartigianato Imprese, BCC Credito Cooperativo Ravennate Forlivese e Imolese.

“Amaro” è il tema del Baccanale 2021, con tutte le sfaccettature materiali e simboliche di un sapore a cui non si pensa quando sono in ballo gusto, piacere, gastronomia, e che invece soprattutto nella tradizione italiana gode di lunga storia e cospicua presenza, dalle verdure alla frutta secca, al caffè e al cacao, dalle erbe aromatiche alla birra, dallo speciale retrogusto amarognolo di liquirizia, anice e rabarbaro all’olio extra vergine d’oliva. “Un gusto italiano” come lo definisce Massimo Montanari, un sapore complesso e sfaccettato, da apprezzare con la stessa pazienza necessaria ad assemblare il puzzle che l’artista Paolo Beghini ha scelto per l’illustrazione che accompagna la manifestazione.

Da parte sua l’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi, invita a “lasciarsi trasportare da questa edizione del Baccanale che ci farà conoscere meglio un sapore complesso che, non a caso, si apprezza soprattutto in età adulta; ma non dimentichiamo i più piccoli che troveranno anche quest’anno nel programma una sezione di eventi a loro dedicata”.

Oltre 100 eventi fra conferme novità – Il Baccanale conferma il suo format e al contempo si rinnova. Ci sono gli eventi che costituiscono il suo nucleo centrale, a partire dagli speciali menu a tema proposti da 42 ristoranti di Imola e dintorni; il mercato agricolo nelle piazze, il Banco di assaggio dei vini e dei prodotti agroalimentari dell’imolese. Fra le novità 2021 ecco le iniziative “fuori” dagli spazi abituali del Baccanale, per avvicinarlo ai cittadini e ai visitatori sempre numerosi: la prima sono le “mostre in centro”, immagini su grandi teli appese sotto i portici del centro storico; la seconda sono i “palchi del gusto”, proposta dedicata alle eccellenze del territorio a tema “amaro”, con stand in piazza Caduti per la Libertà, piazza Mirri, piazza della Conciliazione (dell’Ulivo) e piazza Medaglie d’oro del centro storico. Per scoprire ed assaggiare i prodotti amari, grazie alla Palchi del gusto” Card si potrà ottenere la speciale sportina “Amaroinborsa”, ideata appositamente per il Baccanale 2021. Terzo i “Fuorimenu”, che comprendono proposte originali di colazioni, brunch, aperitivi e tante altre specialità realizzate appositamente da 12 pubblici esercizi della città in occasione della manifestazione.

Alce Nero – In occasione dell’evento che ogni anno colora di gusto la città, il negozio Alce Nero proporrà un percorso tra le materie prime e le ricette che valorizzano tutto il buono dell’amaro grazie a piccole degustazioni e alla presenza di un Food Truck (in collaborazione con Olive Food Truck) dove lo Chef Simone Salvini interpreterà L’amaro buono che fa bene: attraverso ricette 100% vegetali e biologiche preparate con gli ingredienti Alce Nero sarà possibile gustare preparazioni d’alta cucina in vero stile street food. Il primo appuntamento è sabato 30 dalle 17 e domenica 31 ottobre dalle 12 alle 15 e dalle 17, Chef Simone Salvini proporrà: Crema di cavolo nero e patate di montagna con crostini di pane nero; Arancini di riso Basmati allo zafferano e aneto; Burger di fagioli rossi e verdure d’autunno; Falafel di lenticchie nostrane con tante erbe; Panna cotta alle mandorle con salsa di lamponi. Possibilità di delivery su prenotazione.