Imola. Era quasi riuscito a far diventare il quartiere Campanella la scenografia di un film Western, stile “Mezzogiorno di fuoco”. Pistole alla mano, è stato visto da alcuni automobilisti, proprio a mezzogiorno del 2 novembre, puntare le armi sia verso le auto in transito che verso quelle in sosta, causando il panico della gente.


Ricevuta la segnalazione sull’utenza 112, i carabinieri sono immediatamente intervenuti, trovando l’uomo, un indiano trentaquattrenne, da anni residente in Umbria e regolare sul territorio nazionale, passeggiare sulla strada. Con fare aggressivo e violento, all’arrivo della pattuglia, il malintenzionato si è scagliato contro i militari dell’Arma che con fatica sono riusciti a ad immobilizzarlo e ammanettarlo, riuscendo a garantire la loro incolumità, quella dell’aggressore, nonché degli altri cittadini. Sottoposto a perquisizione personale, il 34enne pistolero è stato trovato in possesso di 4 pistole ad aria compressa, di libera vendita, ma di fattezza assolutamente simile a quella delle armi vere, e di tre fialette contenenti metanfetamina.
Arrestato con l’accusa di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, affronterà il processo con rito direttissimo.
Lo straniero è stato altresì denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti.