Imola. “Futuri in scena”, brevi storie e qualche chiacchierata fantascientifica con Daniele Barbieri è la proposta di Estro (via Aldrovandi 12 a Imola) per domenica 14 novembre, ore 18. Tempi di crisi & mondializzazione & paura del futuro & boh… con molte persone (e istituzioni) senza desideri e senza progetti per il domani. La buona fantascienza può esser utile per il futuro? Sono molti i domani possibili?

Daniele dice di sì, che per costruire un futuro bisogna prima sognarlo. Proverà a suggerire qualche percorso rubando storie (cioè desideri e paure) a James Ballard, Fredric Brown, Philip Dick, Ursula Le Guin, Frederik Pohl, Robert Sheckley… più un italiano famoso che l’editore nascose dietro pseudonimo (e magari accennerà a Italo Calvino, Valerio Evangelisti, Robert Sawyer, Alice Sheldon…).

Prenotazione consigliata (324.8032073) e tessera Arci obbligatoria, chi non la possiede già può farla in loco (10 euro) – mail: estro.imola@gmail.com