Imola. Sicurezza stradale e mobilità sostenibile al centro dell’evento Imola Living Lab, svoltosi il 17 novembre pomeriggio all’autodromo Internazionale “Enzo e Dino Ferrari”, dal titolo “La sicurezza stradale, la sostenibilità e l’inclusività a serviio della Global Community”.
Partendo da quanto presentato al Global Forum for Road Traffic Safety UN-ECE svoltosi a Ginevra lo scorso settembre con la partecipazione delle assessore Elena Penazzi ed Elisa Spada, il seminario si è proposto di approfondire l’approccio proposto dall’Imola Living Lab con l’obiettivo di delineare una multi- partnership in grado di contribuire in modo significativo agli aspetti della sicurezza stradale e della mobilità come fattori di crescita, nell’ottica dei principi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
In apertura, con un videomessaggio Jean Todt che è inviato speciale dell’ONU per la sicurezza stradale ha sottolineato come per la sicurezza stradale tutti devono fare la loro parte, invitando ad unirsi all’azione portata avanti in questo settore dalle Nazioni Unite; il sindaco Marco Panieri ha richiamato il lavoro che si sta svolgendo per rendere sempre più polifunzionale l’autodromo di Imola, all’insegna della sostenibilità, sicurezza e inclusività; l’assessore regionale Corsini ha ricordato che quello della mobilità, nei prossimi anni, sarà il tema fondamentale per chi amministra e la Regione investirà oltre un miliardo di euro sulla mobilità sostenibile, nei prossimi anni, per rendere il trasporto pubblico sempre più sostenibile, sicuro e attrattivo.