Faenza. Ricorrenza celebrata nel nostro Paese da oltre un secolo, la “Festa dell’albero” è finalizzata a creare una coscienza ambientalista anche nelle generazioni future, costituendo una delle poche occasioni che portano intere generazioni a riflettere sul tema a compiere un’azione concreta per la difesa, l’incremento e la valorizzazione della funzione essenziale del patrimonio arboreo e boschivo.

Anche Faenza ha partecipato attivamente all’iniziativa. Il servizio Ambiente e Giardini dell’Unione della Romagna faentina ha collaborato a un progetto dell’Istituto comprensivo Europa, mentre nelle scuole materne Panda e nella sede distaccata del Gulli, è stata realizzata una iniziativa che ha coinvolto quasi 300 bambini.

Aiutati anche dai bambini, alcuni operatori del servizio Giardini del Comune di Faenza hanno, infatti, messo a dimora dieci esemplari di alberi: un olmo (nella sezione distaccata del Gulli) mentre nel giardino del Panda, di via Donatini, sono stati piantumati due gelsi, tre prugni e quattro tigli.

(Annalaura Matatia)