Bologna. Adeguare il numero di personale sanitario che garantisca sul territorio il tracciamento dei positivi al Covid e potenziare il sistema delle vaccinazioni, specie per garantire la terza dose, sia a livello di prenotazione sia di somministrazione in vista di un massiccio richiamo per i precedenti vaccinati. Lo ha chiesto il consigliere regionale, e comunale a Imola, della Lega, Daniele Marchetti, intervenendo in commissione Sanità in via Aldo Moro ha fatto il punto sull’andamento della pandemia a livello regionale.

Il consigliere regionale e comunale della Lega
Daniele Marchetti

Marchetti ha denunciato la “difficoltà con cui il servizio sanitario regionale sta seguendo l’evolversi della situazione, specie per l’andamento crescente dei contagi che riguardano soprattutto la fascia scolastica”. Secondo l’esponente del Carroccio la mancanza di chiarezza sull’adeguamento del piano vaccinale si è trasferita sulla “confusione, specie a livello di informazione, su come e dove potersi vaccinare, e si è dovuto coinvolgere anche le farmacie per superare le difficoltà dei Cup. E’ necessario informare la cittadinanza su tutti i canali utili per potersi vaccinare. E, in previsione della somministrazione della terza dose con proporzioni di massa visti i richiami previsti, occorre predisporre una rete di centri vaccinali che siano in grado di garantire l’erogazione della vaccinazione tenuto conto delle previsioni”.